Programma per le competenze e la cultura digitale

estratto da: La e-leadership
[...] Tutte quelle competenze, di base ed avanzate, che devono rappresentare il prerequisito di completezza professionale affinché possa esprimere al meglio e più efficacemente la sua e-leadership. Dunque si deve dare l’opportunità di possedere tutti i prerequisiti di competenza a coloro che poi (poi) dimostreranno di poter essere degli e-leader. Cioè a tutti. È ovviamente una forzatura del ragionamento, ma poi, non così tanto. Almeno in partenza e per la conoscenza e competenze di base (“la cultura digitale per il lavoro”) il target dovrebbe essere il più ampio possibile. E del resto la cultura digitale, oltre ad essere ormai uno strumento fondamentale nel bagaglio di qualsiasi lavoro/lavoratore è un prerequisito “alto” anche per la cittadinanza se non la democrazia digitale.
Federico Minelle
essendo per buona parte competenze "trasversali", va incentivato, nei corsi universitari, l'estensione dell'insegnamento su questi temi, piuttosto che la sola focalizzazione specialistica. Alcune università italiane già lo fanno, in altri paesi è una prassi diffusa (p.e. UK)
Federico Minelle, 15/04/2014 11:19