Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] L'inclusione riguarda in particolare le seguenti macro categorie di persone che rappresentano quindi target prioritari:
Giuliana Carano
disoccupati, inoccupati,sottooccupati che non posono permettersi corsi a pagamento
Giuliana Carano, 11/04/2014 12:05
sandra troia
L'inclusione riguarda tutti i cittadini, è necessario consentire senza distinzione accesso ad una formazione di qualità in tutto l'arco della vita. Contrastare la repentina obsolescenza delle competenze connessa ad un contesto fortemente influenzato dal rapido sviluppo tecnologico.
sandra troia, 16/04/2014 16:47
Elena Sasso
Esistono i CPIA/ ex CTP che hanno sempre organizzato corsi di informatica di base dedicati alle fasce di età adulte e arischio esclusione, praticamente gratis. Potenziarne i locali "digitali" aule -laboratori risparminado sulle docenze e rendendo i corsi accessibili a tutti. Permetter almeno che la scuola statale degli adulti possa liberamente usare le aule didattiche di altri istituti senza pagare
Elena Sasso, 18/04/2014 16:15
Claudio Rosazza
L'inclusione digitale riguarda TUTTI Categorizzare delle classi sociali a maggior rischio può essere utile per definire dei processi formativi differenziati, ma espone anche a rischi di ghettizzazione senza considerare i casi di multi appartenenza
Claudio Rosazza, 27/04/2014 17:59
Dario Sanini
Grazie al progetto:"Lim=la nuova frontiera della formazione"l’ambiente online valorizza la condivisione delle esperienze, la pratica collaborativa e stimola la riflessione su metodologie e strategie didattiche premianti.La fruizione della conoscenza si trasforma in costruzione sociale abbattendo i limiti fisici, mentali, culturali e sopratutto digitali che costituiscono la vera opportunità di sviluppo su cui concentrarsi nel futuro che ci attende.
Dario Sanini, 30/04/2014 08:38