Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] - rendere accessibili i processi con cui si comunica, si interagisce, si apprende, si creano contenuti e saperi attraverso le ICT. La formazione in rete e le tecnologie presentano una serie di vantaggi per le persone con disabilità: flessibilità, personalizzazione, adattamento di tempi e ritmi di apprendimento, interattività, possibilità di superare gli ostacoli di comunicazione. Tuttavia esistono barriere che precludono la fruizione di tali modalità formative ai disabili: per questo è necessario che non solo le piattaforme e i siti web siano accessibili, ma che i contenuti didattici, le attività e le modalità di comunicazione, interazione e collaborazione siano adeguatamente progettati per essere accessibili a tutti, nel rispetto delle diverse tipologie di disabilità e di bisogni speciali. Alle specifiche e agli standard tecnici andrebbero affiancate linee guida e percorsi formativi basati sui principi dell'Universal Design per la progettazione di percorsi di apprendimento attraverso le ICT che siano accessibili dal punto di vista degli approcci e delle metodologie didattiche.
Iacopo Balocco
Mi auguro che finalmente, dopo anni di discussioni iniziate ben prima del 2004, si arrivi ad avere una scuola inclusiva per tutti. Oggi la scuola vive un momento di grande difficoltà. Dai registri scolastici on line ai libri scolastici digitali siamo circondati da tecnologie costruite in modo da essere non accessibili alle tecnologie assistive.
Iacopo Balocco, 01/05/2014 16:19
annibale morsillo
non dimentichiamo che la maggiore accessibilità nasce per i diversamente abili ma in seguito diventa accessibile facilmente anche per tutti
annibale morsillo, 02/05/2014 20:46
annibale morsillo
non dimentichiamo che la maggiore accessibilità nasce per i diversamente abili ma in seguito diventa accessibile facilmente anche per tutti
annibale morsillo, 02/05/2014 20:47