Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] L’accrescimento e l’evoluzione delle competenze dei professionisti ICT – attuali e futuri – passa anche attraverso un’offerta formativa diversificata e integrata, in grado di permettere la lettura dell’apprendimento alla luce dell’ e-CF con la conseguente convalida delle competenze acquisite nell’ambito di esperienze formative non formali, svincolate dal riconoscimento di qualifiche professionali. Si veda, in tal senso, la raccomandazione del Consiglio europeo sulla convalida dell'apprendimento non formale e informale che sottolinea l’importanza del riconoscimento delle diverse tipologie di apprendimento (formale, non formale e informale) rese sempre più possibili dalla diffusione dell’ICT e di tecnologie didattiche di supporto ad un processo di apprendimento autogestito. I sistemi regionali della formazione professionale rivestono un ruolo fondamentale in tal senso.
Carlo Reggiani
Sviluppare e supportare iniziative di e-learning e smart-learning
Carlo Reggiani, 03/05/2014 11:22
Stefano Tazzi
Fondamentale svincolare la convalida delle competenze dal riconoscimento della qualifica professionale: sono due temi su due piani differenti, comunque riconducibili l'uno all'altro. Le competenze discendono dalle abilità; la professione è correlata con l'assunzione di responsabilità.
Stefano Tazzi, 09/05/2014 16:38
Giancarlo Montico
Le esperienze svolte in ambito di AIP, hanno portato allo sviluppo di software di valutazione delle competenze tali da fornire quadri puntuali sui singoli professionisti, su gruppi territoriali o a livello nazionale. Questo strumento, basato su e-CF, potrebbe essere utilizzato dal MIUR o direttamente o come fornitura di dati per effettuare analisi di dettaglio . Ciò potrebbe essere un modo per creare sinergia in un centro nazionale di controllo delle competenze ICT.
Giancarlo Montico, 12/05/2014 18:18