Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] d. sul ruolo della RAI. Il contratto di servizio e la missione RAI devono includere l'impegno pubblico per lo sviluppo e la promozione della cultura digitale. La RAI deve inoltre essere coinvolta non solo come editore in grado di sensibilizzare milioni di cittadini con i suoi programmi, ma soprattutto in qualità di partner strategico per specifici progetti di comunicazione per l’Amministrazione nazionale e locale, ovvero per lo sviluppo e l’offerta di contenuti e servizi crossmediali , accessibili attraverso ogni piattaforma digitale, nel campo dell’informazione, dell’educazione, della cultura, dei servizi locali e di prossimità etc.
Marco Farulli
LA RAI, senza nessun costo aggiuntivo, deve sostituire nel palinsesto la maggio parte delle trasmissioni a bassissimo impatto culturale come i giochi, sostituendoli con documentari di varie fasce di livello anche in base all'orario di trasmissione.
Marco Farulli, 22/04/2014 18:18
Antonio Memoli
In RAI va inserito una piattaforma tematica oltre quanto previsto. Piattaforma integrata dall'apporto di quanti indicati ai punti a , b , c .
Antonio Memoli, 24/04/2014 17:00
Matteo Mariani
Si la RAI é fondamentale, come l'indimenticato Maestro Manzi che ha fatto crescere scolasticamente milioni di italiani !
Matteo Mariani, 07/05/2014 08:44
Matilde Fontanin
La RAI è fondamentale, suggerisco una solida strutturazione dell'archivio digitale (e anche delle Teche RAI) per rendere i contenuti della memoria piu' facilmente recuperabili. Al momento e' un po' caotico.
Matilde Fontanin, 09/05/2014 13:21
Fond. Mondo Digitale
Nel 2004 Rai Educational ha cercato di proporre l’alfabetizzazione informatica con Non è m@i troppo tardi, programma che purtroppo non ha lasciato traccia neanche nei portali Rai. Pensando al pubblico di oggi potrebbe essere più efficace proporre l’alfabetizzazione digitale sotto forma di reality learning, cioè con un format costruito su vere sequenze di formazione che coinvolgono gli utenti più a rischio, come anziani, donne, stranieri. Il programma, ad esempio, può raccontare quello che succede nelle scuole di ogni parte d’Italia con il progetto Nonni su Internet.
Fond. Mondo Digitale, 10/05/2014 18:37