Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] - Potenziare le iniziative di alfabetizzazione all’uso delle soluzioni digitali, all’interno delle istituzioni scolastiche coinvolte nelle attività per l’educazione permanente (CPIA ex ctp e loro reti territoriali). In questo particolare contesto istituzionale, infatti, una categoria di alunni, non più in fascia scolare obbligatoria, si trovano ad affrontare il percorso di istruzione formale, in taluni casi utile anche al pieno inserimento socio-culturale della persona, coerentemente con quanto definito attraverso i documenti della Commissione europea, che definiscono l’apprendimento permanente come «Qualsiasi attività di apprendimento avviata in qualsiasi momento della vita, volta a migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze in una prospettiva personale, civica, sociale e/o occupazionale» .
sandra troia
Non limitarsi alla formazione sugli strumenti, il rischio dell'obsolescenza delle competenze acquisite è fortissimo. Educare all'acquisizione di una "mentalità digitale".
sandra troia, 16/04/2014 16:31
ciro spataro
condivido Sandra Troia: educare all'acquisizione di una mentalità digitale. Per attuare ciò c'è un forte bisogno di uso di piattaforme digitali per fare tutto quello per cui oggi ci spostiamo fisicamente e produciamo ancora carta. Solo con un uso massiccio degli strumenti digitali l'individuo può sviluppare mentalità digitale, e pensare in termini di soluzioni ai problemi, o di creatività, facendo riferimento agli strumenti resi disponibili dall'ICT. Ci dobbiamo tuffare a capofitto nel digitale per acquisire una mentalità digitale (learning by doing). Fuori dall'Italia lo stanno facend
ciro spataro, 16/04/2014 18:18
Vindice Deplano
Come ho scritto anche in un altro punto, è necessario individuare un paradigma nuovo basato sul comportamento delle persone professionalmente adulte, che sono ottimi "apprenditori", in grado di mantenersi aggiornati autonomamente.Padroneggiano una serie di competenze di base che potremmo definire, rubando il termine alla biologia, "staminali", perché sono in grado di autogenerare molto velocemente la competenza specifica necessaria. Queste competenze "staminali" comprendono un insieme di modelli, metodi, comportamenti e atteggiamenti, che possono essere appresi. con attività formative ad ho
Vindice Deplano, 17/04/2014 10:07
Elena Sasso
endere attuativa la normativa sull'Istruzione degli Adulti che già si consiseravano Luoghi di istruzione, formazione e raccordo delle attività del pubblico e del sociale per innalzare i livelli di Istrzuione e di alfabetizzazione digitale...ecc I comuni dovrebbero, come previsto, esercitare le competenze in materia, aprendo spazi a queste Istituzioni pubbliche-- Immaginoo una scuola aperta agli adulti, in tutte le fasce orarie (e le risorse sono state sprecate!!!)per attività di istruzione, formazione sia formale che informale (docente)
Elena Sasso, 30/04/2014 20:16
lidia nazzaro
Condivido i contributi. Considero indispensabile, tuttavia, avviare un percorso formativo all'uso consapevole e responsabile "delle" tecnologie e non solo "con le" tecnologie. Pertanto proporrei laboratori dialogici con la "presenza fisica" associati ad attività più "digitali". Inoltre penso che sia fondamentale individuare nelle scuole ( e non solo) figure di supporto per tutte le attività legate alle tecnologie. In fondo si tratta di acquisire specifiche competenze e non sempre un docente (da solo) può compiere questa azione
lidia nazzaro, 12/05/2014 15:01