Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] - Iniziative di formazione sulle competenze digitali di base ed orientamento per i giovani, in collaborazione con il sistema universitario e d’impresa, favorendo anche azioni di coordinamento sulle attività di sensibilizzazione al digitale che le imprese realizzano.
sandra troia
Educare alla competenza digitale complessa (DIGCOMP) e alla "mentalità digitale".
sandra troia, 16/04/2014 16:32
Antonio Memoli
DI BASE , DI BASE , la digcomp viene dopo
Antonio Memoli, 24/04/2014 17:14
annibale morsillo
inserire al posto dell'università le organizzazioni giovanili ed il non profit in generale
annibale morsillo, 02/05/2014 20:32
Laura Biancato
Le competenze digitali di base devono essere chiaramente espresse nei curricoli nazionali. Non è affatto così nel primo ciclo d'Istruzione. Occorre intervenire , con la massima urgenza, integrando le Indicazioni nazionali.
Laura Biancato, 06/05/2014 16:42
Laura Biancato
Le competenze digitali di base devono essere chiaramente espresse nei curricoli nazionali. Non è affatto così nel primo ciclo d'Istruzione. Occorre intervenire , con la massima urgenza, integrando le Indicazioni nazionali.
Laura Biancato, 06/05/2014 16:43
Silverio Carugo
Si veda a questo proposito quanto DIDASCA sta facendo nell’ambito della campagna ‘e-Skills for Jobs 2014’ promossa dalla Commissione Europea: http://goo.gl/GrvYWL
Silverio Carugo, 09/05/2014 16:48
lidia nazzaro
Per favorire attività di formazione più coerenti e "orientanti" potrebbe essere utile individuare nelle scuole figure di supporto e di "collegamento" con la realtà esterna (territorio, enti, università, imprese, altre associazioni). Questa figura "trade union" potrebbe garantire maggiori contatti e confronti tra le varie parti ed anche "intercettare" elementi di interesse comuni nonchè punti di forza e/o debolezza dei percorsi di formazione avviati. Tale figura, naturalmente, a sua volta dovrebbe essere costantemente formata ed aggiornata
lidia nazzaro, 12/05/2014 07:20