Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] - Promozione delle iniziative di fondi e associazioni dirette a creare percorsi formativi per lavoratori autonomi, imprenditori e addetti, al fine di fornire loro le competenze necessarie a interagire con la P.A., gestire l’azienda, comunicare con fornitori e clienti, utilizzare i social media, come blocco di partenza per lo sviluppo degli interventi dell’area “Competenze digitali trasversali / e-leadership”
sandra troia
Valorizzare la professionalità dei docenti in qualità di esperti della formazione anche al di fuori del contesto scolastico. È indispensabile perché siano stimolati ad aggiornarsi, a portare poi a scuola "il mondo reale".
sandra troia, 16/04/2014 16:36
Nicoletta Ferroni
l'acquisizione di competenze digitali in contesti anche informali (o anche non formali), dovrebbe poter essere riconosciuto e certificato: specialmente a livello di percorsi formativi creati ad hoc e 'promossi' le competenze debbono essere specificate, garantite negli standard di qualità (intesa anche come accessibilità e facilità),verificate e certificate.
Nicoletta Ferroni, 18/04/2014 12:11
Antonio Memoli
Eviterei l'ennesima certificazione proprio per la non formalità richiesta e amplierei al massimo la platea dei possibili formatori andando aldilà dei formatori riconosciuti, docenti o simili.
Antonio Memoli, 24/04/2014 17:15
annibale morsillo
prevedere tra i partner anche gli enti di formazione professionale ed i centri di formazione permanente
annibale morsillo, 02/05/2014 20:35
annibale morsillo
prevedere tra i partner anche gli enti di formazione professionale ed i centri di formazione permanente
annibale morsillo, 02/05/2014 20:35