Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] - definire obiettivi e indirizzi per il “Piano nazionale per la cultura, la formazione e le competenze digitali”, coerenti con il programma Horizon 2020, identificando le principali linee di intervento rispetto alle quali sviluppare e coordinare le iniziative e definendo le modalità di promozione e di finanziamento di nuove iniziative;
Alessandro Giacchino
Pongo qui un commento generale che declinerò in altri punti del documento: "Digitale" e "Competenze Digitali" non sono sinonimi di "Informatica", ma generano una radicale trasformazione della società con interi comparti economici "a rischio": la televisione diventa YouTube; la stampa è colpita da Twitter, Blog e nuove forme tipo huffingtonpost; le linee aeree LowCost operano via Web e ticketless; i pagamenti si fanno via Paypal o NFC con Smartphone/borsellini; si ha l'eCommerce, il Marketing Digitale/Multicanale Il tema va quindi affrontato in questi termini e non solo "ICT" per ruoli/proce
Alessandro Giacchino, 11/04/2014 07:52
Attilio A. Romita
Non credo sia giusto confondere il tema(comunicazione, apprendimento, utilizzo) con lo strumento (rete, Internet) o con le caratteristiche dello strumento (tecnica e tecnologia digitale. Per praticità Nel mondo che cambia è normale (giusto o ingiusto che sia) che comunicazione, apprendimento ed utilizzo si adeguino ai nuovi strumenti e tecnologie. E' giusto, ed altresì necessario, che l'uomo si adegui senza inutili vincoli protezionistici che hanno il solo effetto di rendere più deboli i deboli. Mi sembra infine che oggi digitale,rete ed ICT siano considerati parasinonimi e forse va bene c
Attilio A. Romita, 29/04/2014 17:26
ComputArte
BASTA DEFINIRE, COADUVARE, IMPLEMENTARE, CONDIVIDERE....è necessario AGIRE mettendo in condizioni la libera imprenditoria ad accedere a risorse ed opportunità nazionali ed europee che siano assegnate a chi merita veramente e a chi vuole FARE!
ComputArte, 06/05/2014 15:44
Giuseppe Mercanti
Il piano deve quindi partire dall’art 33 della Costituzione Italiana che vale la pena riportarne alcuni punti per evitare pericolose derive anticostituzionali: L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. ..... E` prescritto un esame di Stato per l'ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l'abilitazione all'esercizio professionale. In particolare non può essere ignorato, in quanto previsto espresamente, il percorso formati
Giuseppe Mercanti, 09/05/2014 21:17
lidia nazzaro
Credo che le competenze digitali, comprendano diversi aspetti (uso strumentale, disciplinare, pedagogico delle tecnologie in genere...). Oggi diventa molto difficile distinguere un uso esclusivamente "strumentale" senza valutare l' aspetto etico, disciplinare, normativo ecc..
lidia nazzaro, 12/05/2014 06:45
Stefano Paggetti
Due proposte di lavoro: 1 - Un laboratorio digitale in ogni scuola Prevedere nel programma nazionale la realizzazione di un laboratorio digitale (non un'aula informatica) sul paradigma FabLab, almeno in ogni Scuola Secondaria di secondo grado, con strumenti ed attrezzature per costruire, progettare, incontrarsi, sviluppare nuove idee e nuove iniziative. La scuola usa il laboratorio nelle attività della propria offerta formativa per formare cultura digitale. Tutti usano il laboratorio quando non è impegnato dall'attività didattica istituzionale. La scuola è l'Hub digitale, il nodo, anche f
Stefano Paggetti, 12/05/2014 10:23