Programma per le competenze e la cultura digitale

[...] Oltre ai percorsi di formazione tradizionale e on line, per le figure specialistiche della PA è fondamentale lo scambio di esperienze, attività di assistenza e il lavoro in rete. Attraverso comunità di pratica è possibile facilitare, a basso costo, il riuso di soluzioni, protocolli e strumenti e la replicabilità dei modelli, supportare il loro miglioramento e facilitare la loro diffusione.
ciro spataro
per lo "scambio di esperienze" può essere utile fare ricorso allo strumento AGIRE POR del MISE http://bit.ly/1jAlOMe = attivare gemellaggi tra città per fare incontrare la richiesta e l'offerta di buone prassi.
ciro spataro, 12/04/2014 17:49
Francesca Sensini
secondo me se non si rendono obbligatori (con tanto di sanzioni se non applicate) queste forme e modalità di aggiornamento rimarranno solo e sempre i "soliti" volontari e curiosi a farne parte. Sarebbe necessario un intervento deciso e senza scappatoie (i modi "dolci" non funzionano con le PA, dovremmo averlo imparato")
Francesca Sensini, 15/04/2014 08:40
Andrea Rui
La riutilizzabilità la si consegue soltanto se si impedisce alle realtà locali di sviluppare strumenti alternativi; occorre sviluppare la cultura della collaborazione e del miglioramento, in modo che le migliori pratiche e competenze vadano a migliorare ed arricchire il patrimonio esistente, invece che diversificando (aumentando quindi i costi di gestione).
Andrea Rui, 11/05/2014 07:02