Strategia per la crescita digitale 2014-2020

Piattaforme abilitanti: Anagrafe Popolazione Residente

Puoi partecipare alla Consultazione commentando il testo. Clicca sull'icona a destra del paragrafo e inserisci il testo del tuo commento. E' necessario autenticarsi attraverso il sistema FormezAuth o propri account social (Facebook, Twitter).

Anagrafe Popolazione Residente

Cosa e perché?permalink frase

+

Attualmente la gestione dell’anagrafe della popolazione è distribuita in 8.057 banche dati presenti in altrettanti Comuni. I Sistemi Demografici operanti sul territorio sono oltre 70, che si moltiplicano per le rispettive versioni; gestiti da un mercato formato da oltre 40 Software House. Nel tempo si sono sedimentate differenze tra le varie banche dati, che hanno reso i tracciati record difficilmente interoperabili. Tutto questo ha generato un grave ritardo nella erogazione di servizi che necessitano di dati demografici completi e corretti.permalink frase

1

L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) intende rappresentare una risposta a questa frammentazione con una banca dati centralizzata che subentrerà alle Anagrafi comunali e all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).permalink frase

+

ANPR renderà disponibili:permalink frase

+

▪ lo scambio di informazioni tra Comune e Comune, nell’ottica di semplificazione dei processi amministrativipermalink frase

+

▪ l’allineamento delle basi dati localipermalink frase

2

▪ il censimento continuo comprensivo della toponomasticapermalink frase

1

▪ disponibilità di servizi anagrafici centralizzati per pubblici servizipermalink frase

+

▪ miglioramento dei servizi ai cittadini che, grazie all’anagrafe centralizzata, possono, tra l’altro, verificare la propria posizione e/o richiedere le certificazioni presso presso qualsiasi comunepermalink frase

+

▪ predisposizione alla integrazione di altri servizi e basi dati nazionali in ottica di integrazione dei sistemi informativi di interesse nazionale (es. l’integrazione dei dati di Stato Civile (nascita e morte) con l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale)permalink frase

+

▪ definizione di un domicilio digitale per la popolazione residente.permalink frase

+

Chi fa cosa?permalink frase

1

Il Ministero dell’Interno è il responsabile del progetto.permalink frase

+

L’Agenzia per l’Italia Digitale ne coordina l’attuazione con il Dipartimento della Funzione Pubblica.permalink frase

+

Il fornitore dei servizi hardware e software è la Sogei Spa, inhouse del Ministero dell’Economia e Finanze.permalink frase

1

L’ANCI partecipa all’iniziativa per garantire il necessario raccordo con i Comuni.permalink frase

+

Dove siamo e cosa mancapermalink frase

+

Sono in via di completamento le modifiche normative. In concomitanza con la loro emanazione, si inizierà la validazione delle specifiche tecniche riguardanti: banca dati, interfacce tra Sistemi informativi comunali e ANPR, interoperabilità con il Sistema Pubblico di Connettività. Al termine di queste attività sarà definito il progetto di dettaglio e il piano di subentro di ANPR agli attuali sistemi demografici comunali.permalink frase

1

Gli stakeholders pubblici coinvoltipermalink frase

+

• L’Istituto nazionale di statistica per la realizzazione del progetto del censimento continuopermalink frase

+

• L’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda l’integrazione tra identità demografica ed identità fiscalepermalink frase

4

• Il Ministero della Salutepermalink frase

+

• L’Associazione Nazionale Comuni Italianipermalink frase

+

• Centro Interregionale per i Sistemi informatici, geografici e statistici Ruolo degli stakeholders privatipermalink frase

2

I fornitori dei software gestionali dei servizi demografici comunali saranno coinvolti nella definizione delle interfacce tra i sistemi informativi comunali e l’ANPRpermalink frase

+

Tempisticapermalink frase

+

Adeguamento normativo da completare entro il 30/11/2014permalink frase

+

Fase 1 - attivazione dei canali di comunicazioni tra ANPR e Comuni: completatapermalink frase

+

Fase 2 – progettazione, realizzazione, dispiegamento presso tutti i Comuni: entro marzo 2016permalink frase

+