Open Government Partnership Italia

Etica, trasparenza e partecipazione: portale della trasparenza

Sarà realizzato e gestito da CiVIT in collaborazione con DIGIT PA, il Portale della trasparenza, che come previsto dalla legge, dovrà contenere i piani e le relazioni di performance delle amministrazioni pubbliche”. Mediante tale Portale, saranno rese disponibili le informazioni relative agli obiettivi strategici e operativi delle amministrazioni, unitamente a quelle inerenti ai relativi indicatori, target, soggetti coinvolti (leader e contributor) nonché i risultati raggiunti con gli eventuali scostamenti e le motivazioni del mancato raggiungimento del target prefissato. Il Portale conterrà anche i testi integrali dei Programmi triennali per la trasparenza e l’integrità. Saranno inoltre resi disponibili i dati principali inseriti in tali Programmi utili per la misurazione delle percentuali di completamento della pubblicazione dei dati e informazioni obbligatori per le amministrazioni e l’analisi degli scostamenti da quanto programmato all’interno dei Programmi stessi. Infine, il Portale della trasparenza a regime dovrà contenere gli standard di qualità dei servizi erogati all’utenza esterna (cittadini, imprese, ecc.) da ciascuna amministrazione e, per ciascuno di essi, dovrà riportare l’indicazione degli standard relativi alle varie dimensioni della qualità del servizio (accessibilità, trasparenza, tempestività, efficacia). Per consentire una più agevole leggibilità dei dati da parte dei cittadini sarà inoltre realizzato un sistema di reportistica in grado di produrre un dataset da esporre sul Portale in formato aperto.

Cosa è stato fattopermalink frase

1

Per quanto rileva ai fini dell’attuazione dell’Action Plan dell’Italia previsto nell’ambito dell’Open Government Partnership (OGP), la CiVIT – Autorità Nazionale Anticorruzione –ha adottato iniziative in materia di trasparenza e anticorruzione e per la realizzazione del “Portale della trasparenza”.permalink frase

+

La CiVIT ha intrapreso la realizzazione del Portale della Trasparenza, ai sensi dall’art. 13 del D.Lgs. n. 150/2009. In conseguenza di quanto previsto dall’art. 5 del D.L. 31 agosto 2013, n. 101 “Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione delle pubbliche amministrazioni”, che trasferisce all’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) le funzioni previste dagli artt. 7, 10,12,13 e 14 del D.Lgs. n. 150/2009, le attività relative al Portale della trasparenza saranno curate dell’ARAN.permalink frase

1

Il progetto del Portale è stato avviato con la stipula di un protocollo d’intesa tra CiVIT e DIGITPA (ora AGID), con un protocollo d’intesa tra CiVIT e CNR e con una 1ª convenzione operativa con il CNR per il rilascio delle funzionalità volte al caricamento dei documenti che le amministrazioni inviano alla CiVIT. Il Portale conterrà a regime le principali informazioni sulla performance e sulla trasparenza delle singole amministrazioni. Una sezione specifica è prevista in prospettiva anche per documentare i contenuti e le iniziative predisposte dalle amministrazioni in tema di prevenzione e contrasto della corruzione.permalink frase

+

Nella realizzazione del Portale ci si è avvalsi dell’anagrafe delle pubbliche amministrazioni già utilizzato dal sistema Perla PA del Dipartimento della funzione pubblica, in una prospettiva di integrazione dei sistemi di accounting che dovrebbe consentire un accesso informatico omogeneo e univoco ai dati ed alle informazioni delle PA.permalink frase

+

Dal 29 maggio 2013 è on-line e accessibile per le Amministrazioni centrali dello stato il sistema di gestione di dati e documenti del Portale della Trasparenza. Il sistema, riservato dunque in questa prima fase alle amministrazioni centrali, consiste in un repository di documenti (Piani della performance, Sistemi di misurazione e valutazione della performance, Relazione sulla performance, Relazioni sul funzionamento del sistema di misurazione e valutazione, schede di valutazione e monitoraggio delle varie fasi del ciclo della performance, Programmi triennali per la trasparenza, carte dei servizi e standard di qualità dei servizi pubblici) e di banche dati (Obiettivi strategici, obiettivi operativi con indicatori e target prefissati) inseriti direttamente dagli Organismi Indipendenti di valutazione (OIV), dai referenti della performance e dai referenti della trasparenza dalle amministrazioni, ciascuno per le materie di propri competenza.permalink frase

2

All’interno del portale è prevista una sezione in cui dovrebbero essere inseriti dalle amministrazioni i dati relativi ai procedimenti amministrativi svolti su base territoriale e su cui effettuare un benchmarking che permetta di comparare tempi e costi delle prestazioni rese nelle varie sedi.permalink frase

+

In base al piano esecutivo, il Portale della trasparenza dovrebbe essere reso accessibile al pubblico entro la fine del 2013. A regime, il Portale rappresenterà una vetrina dell’ampia gamma di strumenti elaborati negli ultimi anni per rendere più facile il controllo da parte dei cittadini e degli organi di stampa sulle attività delle amministrazioni anche al fine di migliorare le loro capacità di esercitare i propri diritti. Il portale, dunque, si configura come un’ulteriore spinta all’accountability delle amministrazioni permettendo potenzialmente l’accesso e l’analisi da parte di ricercatori ed esperti, organi di stampa, cittadini comuni, e portatori di interesse in generale, ad una grande quantità di dati ed informazioni strutturate sulle organizzazioni pubbliche finora accessibili solo da pochi soggetti della pubblica amministrazione italiana.permalink frase

+

Allo stato attuale della realizzazione del “Portale della trasparenza”, sono stati coinvolti gli stakeholder “diretti” e cioè le pubbliche amministrazioni coinvolte nell'inserimento dei dati e documenti. Quando il Portale della Trasparenza sarà aperto all'accesso sul web è previsto un modulo per la consultazione degli utenti e per il recepimento di critiche, idee, segnalazioni volti al miglioramento dei contenuti e della loro comprensibilità oltre che alla fruibilità degli stessi. In generale, per garantire l’accountability sul lavoro di implementazione del Portale, è stata predisposta una sezione del sito della CiVIT denominata “Progetto Portale della trasparenza” in cui vengono descritte le azioni svolte nell’ambito di tale progetto.permalink frase

1