Open Government Partnership Italia

Etica, trasparenza e partecipazione: sistema informativo sullo stato di avanzamento di tutti gli interventi della programmazione regionale unitaria

E’ prevista la realizzazione, da parte del Ministro per la Coesione Territoriale, di un sistema informativo sullo stato di avanzamento di tutti gli interventi della programmazione regionale unitaria (fondi strutturali europei e Fondo Sviluppo e Coesione Nazionale). Sarà così data attuazione in anticipo ad una regola comunitaria (destinata a diventare stringente per il periodo di programmazione 2014/2020), che richiederà, per ciascun intervento, la declinazione di risultati attesi definiti in termini di indicatori rilevanti per la qualità della vita dei cittadini. Esemplificando, non chilometri di ferrovia posati, ma riduzione dei tempi di percorrenza per i viaggiatori; non ore di formazione erogata, ma indicatori di conoscenza degli studenti rilevati secondo metodologie sistematiche. Tutto ciò al fine di consentire una valutazione diffusa e consapevole da parte dei cittadini beneficiari degli interventi.

Cosa è stato fattopermalink frase

+

L’iniziativa OpenCoesione, avviata a luglio del 2012 con la pubblicazione della versione beta del portale www.opencoesione.gov.it, rappresenta una delle migliori pratiche in Europa in termini di trasparenza e accountability delle politiche di coesione.permalink frase

+

OpenCoesione ha lo scopo ultimo di migliorare la qualità delle politiche di coesione, non solo attraverso il rilascio di dati facilmente accessibili, ma anche attraverso la creazione di nuovi strumenti e opportunità di collaborazione tra le amministrazioni e i beneficiari e portatori di interessi, che, a loro volta, abilitano la possibilità di esercitare una pressione sugli amministratori pubblici e i rappresentanti eletti.permalink frase

+

In particolare:permalink frase

+

il portale www.opencoesione.gov.it consente di esplorare gli interventi attivi sul proprio territorio e di accedere e scaricare, senza restrizioni e in formato aperto, i dati del sistema centrale di monitoraggio sui progetti finanziati nonché sulla spesa certificata dei Programmi Operativi italiani. OpenCoesione include infatti informazioni dettagliate e in continuo aggiornamento su ciascuno degli oltre 650mila progetti finanziati dai Fondi Strutturali Europei e dalle altre politiche nazionali per la coesione territoriale, per un totale di oltre 60 miliardi di Euro (dati al 30 giugno 2013);permalink frase

1

nella sezione appositamente creata sul sito del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica (http://www.dps.tesoro.it/opencoesione/) sono disponibili dati sul contesto territoriale e finanziario, con variabili socio-economiche per Regioni e province autonome e con informazioni sulle risorse programmate per le politiche di coesione, insieme a documenti e strumenti utili per approfondire i dati disponibili e le opportunità di riuso.permalink frase

+

Nel corso dell’ultimo anno sono state avviate iniziative per stimolare in modo proattivo il riutilizzo dei dati disponibili da parte di giornalisti, società civile, ricercatori e singoli cittadini:permalink frase

+

sono state organizzate scuole di data journalism, rivolte a giornalisti, operatori del mondo dell'informazione e studenti, allo scopo di migliorare la comprensione dei fenomeni legati alle policy e creare conoscenza condivisa sugli investimenti finanziati;permalink frase

+

il team OpenCoesione ha attivamente partecipato a numerose iniziative promosse dalle community open data, allo scopo non solo di diffondere l’iniziativa e stimolare il riuso dei dati, ma anche di avviare un processo di apertura e “co-progettazione” che parta dalle esigenze delle principali comunità di riferimento. Nei principali eventi sono stati proposti esperimenti di “monitoraggio civico”dei progetti finanziati, basati sui dati di OpenCoesione, che consistono in visite dirette alle opere finanziate che abilitano la creazione di report e storie.permalink frase

1

L’iniziativa prosegue e si rafforza sia sotto il profilo della funzionalità del portale che della maggiore disponibilità di dati e informazioni, incrementandone ulteriormente il livello di qualità che, ancora, attraverso l’allargamento delle utilizzazioni da varie tipologie di soggetti.permalink frase

+

In particolare, dopo poco più di un anno dall’avvio, alcuni effetti possono già essere registrati e segnalati, con riferimento a:permalink frase

+

il miglioramento della qualità dei dati grazie all’intensificazione del dialogo tra le amministrazioni coinvolte nella gestione dei fondi;permalink frase

+

i primi utilizzi dei dati da parte di giornalisti (compresa la stampa nazionale), ricercatori, parti sociali;permalink frase

1

la nascita di alcune iniziative spontanee di utilizzo dei dati per favorire la cultura civica e la partecipazione.permalink frase

+

L’autovalutazione dell’iniziativa può quindi far riferimento ad un quadro evolutivo che presenta più di un elemento positivo, sia nel consolidamento e miglioramento progressivo delle strumento che sul piano della sua effettiva utilizzazione e utilizzabilità.permalink frase

+

Esistono naturalmente margini di miglioramento ancora consistenti e quindi l’intervento prosegue, anche attraverso l’utilizzo di uno specifico progetto attivato nell’ambito del Programma Operativo Governance e Assistenza Tecnica (PON GAT) 2007-2013, al fine di intervenire su aspetti specifici che, nell’ambito del lavoro in corso e della autovalutazione continua sul suo andamento, sono stati individuati come prioritari.permalink frase

+

Gli aspetti che, nell’arco dei prossimi mesi, saranno migliorati riguardano, in sintesi:permalink frase

+

a) l’estensione dell’insieme dei progetti pubblicati a tutti quelli delle politiche di coesione in attuazione, che comprende oltre a quelli finanziati con Fondi Strutturali anche quelli finanziati a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione nel corrente periodo di programmazione 2007-2013 e nel 2000-2006, ancora parzialmente in attuazione;permalink frase

+

b) il portale, in una configurazione che periodicamente rilasci dati in formato aperto sui singoli interventi finanziati con risorse pubbliche per le politiche di coesione e attraverso il quale potranno essere fornite informazioni sul contesto territoriale, sulla comprensione dei fenomeni, sulla capacità ed efficacia di utilizzo delle risorse pubbliche per la coesione. Il Portale consentirà inoltre di creare uno spazio di interazione fra cittadini e pubbliche amministrazioni e allargare il dibattito sulle modalità di impiego delle risorse pubbliche e sul riuso dei dati delle pubbliche amministrazioni;permalink frase

+

c) l’azione di rafforzamento di una rete di soggetti che operano nell’ambito degli enti pubblici coinvolti negli interventi monitorati da OpenCoesione che consentirà di mettere in atto ulteriori iniziative per migliorare costantemente la qualità dei dati e le modalità di trattamento e riutilizzo dei set informativi;permalink frase

+

d) la promozione della strategia Open Government, con la partecipazione attiva al dibattito nazionale e internazionale su Open Data e con particolare riferimento alle modalità di accesso ai dati, in formato aperto, e al loro riuso e allo sviluppo delle capacità di loro utilizzazione da parte di cittadini, giornalisti, amministratori, ricercatori e scuole;permalink frase

+

e) la rilevazione, attraverso specifiche indagini, degli effetti prodotti dall’utilizzo più esteso di OpenCoesione.permalink frase

+

Sempre nel campo del monitoraggio dei fondi pubblici, rientra il Progetto Piattaforma Pubblica (lancio Ottobre 2013) “Innovazione sociale ad impatto aumentato”.Si tratta di una piattaforma per aumentare la visibilità dei progetti di social innovation finanziati durante il 2012 attraverso i bandi MIUR.permalink frase

+

Infine, si fa presente una importante riorganizzazione del portale www.ponrec.it: Trasparenza e Open data realizzata a partire dal 2012. Dalla homepage del sito si accede alla banca dati progetti PON R&C, che raccoglie le informazioni relative ai progetti, in modalità Open Data (data crew) con licenza Creative Commons attribuzione 3.0 (CC-BY), con l’obiettivo di fornire alla collettività la maggiore trasparenza possibile relativamente all’utilizzo dei fondi e di favorire la consapevolezza su quanto si realizza grazie all’intervento europeo.permalink frase

+

L’attivazione ed il potenziamento progressivo di un’area Open Data offre ora all’utente un set di informazioni molto più ricco rispetto a quello minimo previsto dai Regolamenti europei (beneficiari, tipologia di intervento, importo assegnato, valore erogato e anno di conclusione del progetto) poiché presenta altri dati significativi: data di presentazione e di approvazione del progetto, inizio previsto ed effettivo delle attività, descrizione di sintesi del progetto, etc.permalink frase

+

Nella consapevolezza che al cittadino debba essere garantito un rapporto trasparente ed aperto che consenta di avvicinarlo all’ Amministrazione, si è provveduto inoltre alla realizzazione di una nuova sezione del sito interamente dedicata alla trasparenza, che presenta informazioni circa l’avanzamento della spesa del Programma, dei risultati attesi che verranno aggiornati in progress da quelli conseguiti attraverso i progetti, delle attività di controllo con la pubblicazione dei rapporti annuali, delle spese di funzionamento che riguardano le azioni di supporto relative al Programma dal punto di vista gestionale.permalink frase

+

L’adozione di una cultura della trasparenza dell’azione amministrativa ha compreso anche l’utilizzo di strumenti di comunicazione innovativi come i social network.permalink frase

+