Consultazione sul DDL Città metropolitane

Organizzazione delle Città Metropolitane

Puoi partecipare alla Consultazione sul DDL Città metropolitane commentato il testo del Disegno di legge riportato in questa pagina. Ogni commento è a sua volta commentabile da altri utenti. Per inviare il tuo contributo clicca sull’icona a destra del paragrafo che intendi commentare e inserisci il testo del tuo commento. Per inserire nuovi commenti o commentare i commenti già inseriti è necessario autenticarsi attraverso il sistema FormezAuth o propri account social (Facebook, Twitter).

Titolo III - Organizzazione delle Città Metropolitane

Art. 16 - Organi di governo della Città Metropolitana

1. Sono organi della Città Metropolitana: il Sindaco, la Giunta metropolitana, e la Conferenza metropolitana.permalink frase

+

2. La durata in carica del sindaco è fissata in cinque anni.permalink frase

+

Art. 17- Sindaco metropolitano

1. Il sindaco è eletto dalla Conferenza metropolitana a maggioranza assoluta dei suoi membri che rappresentino almeno il 50 per cento della popolazione residente nel territorio della città metropolitana.permalink frase

2

2. Il sindaco rappresenta la Città metropolitana, è responsabile dell’amministrazione dell’ente, convoca e presiede la giunta e sovrintende al funzionamento dei servizi e degli uffici e all’esecuzione degli atti.permalink frase

+

3. Esercita le funzioni attribuitegli dalle leggi, dallo statuto e dai regolamenti e sovrintende altresì all’espletamento delle funzioni statali e regionali attribuite o delegate alla Città metropolitana.permalink frase

+

4. Provvede alla nomina, alla designazione e alla revoca dei rappresentanti dell’ente presso enti, aziende ed istituzioni.permalink frase

+

5. Il sindaco presta davanti alla conferenza metropolitana, nella seduta di insediamento, il giuramento di osservare lealmente la Costituzione italiana.permalink frase

+

6. Il sindaco della Città metropolitana esercita, con riferimento al territorio metropolitano, tutte le funzioni che le leggi dello Stato o della Regione attribuiscono ai presidenti delle province, anche quali autorità locali nelle materie previste da specifiche disposizioni di legge. In particolare, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunità locale.permalink frase

+

Art. 18 - Vicesindaco

1. Il sindaco nomina il vicesindaco, sulla base delle designazioni proposte all’atto della presentazione della candidatura.permalink frase

+

2. Il vicesindaco deve essere in possesso dei requisiti di eleggibilità richiesti per la elezione al consiglio comunale ed alla carica di sindaco.permalink frase

+

3. Il sindaco può, con il consenso della giunta metropolitana, revocare il vicesindaco.permalink frase

+

4. In ogni caso di cessazione dalla carica di Vicesindaco, il Sindaco provvede a designare un sostituto entro 7 giorni. La proposta è sottoposta entro 5 giorni alla Conferenza metropolitana, che delibera a maggioranza assoluta dei propri componenti che rappresentino almeno la metà della popolazione residente nel territorio metropolitano.permalink frase

+

5. Il vicesindaco sostituisce il sindaco in caso di assenza o di impedimento, nonché nel caso di sospensione dell’esercizio della funzione adottata secondo l’articolo 15, comma 4 bis, della legge 19 marzo 1990, n. 55 e successive modifiche e integrazioni. Qualora si assenti o sia impedito anche il vicesindaco, fa le veci del sindaco in successione il componente della giunta più anziano di età.permalink frase

+

Art. 19 - Giunta metropolitana

1. La giunta metropolitana è nominata e presieduta dal sindaco ed è composta dal Sindaco, dal vicesindaco e da un numero di assessori, stabilito dallo statuto, che non deve essere superiore a 9.permalink frase

+

2. Il sindaco eletto nomina la giunta, sulla base delle designazioni proposte all’atto della presentazione della candidatura e nel rispetto del principio di pari opportunità tra donne e uomini. Gli assessori devono essere in possesso dei requisiti di eleggibilità richiesti per la elezione al consiglio comunale ed alla carica di sindaco. La durata della giunta è fissata in cinque anni. La composizione della giunta viene comunicata, entro dieci giorni dall’insediamento, alla conferenza metropolitana.permalink frase

+

3. Il sindaco può, in ogni tempo, revocare uno o più assessori. In tal caso, egli deve, entro sette giorni, fornire alla conferenza circostanziata relazione sulle ragioni del provvedimento. Contemporaneamente alla revoca, il sindaco provvede alla nomina dei nuovi assessori. Ad analoga nomina il sindaco provvede in caso di dimissione, decadenza o morte di un componente della giunta.permalink frase

+

4. La giunta collabora con il sindaco nel governo della Città metropolitana.permalink frase

+

5. La giunta compie tutti gli atti di governo che non siano riservati dallo statuto alla conferenza e che non ricadano nelle competenze, previste dalle leggi o dallo statuto, del sindaco o degli organi di decentramento.permalink frase

+

6. La giunta riferisce annualmente alla conferenza metropolitana sulla propria attività.permalink frase

+

Art. 20 - Conferenza metropolitana

1. La Conferenza metropolitana è composta dai Sindaci dei Comuni metropolitani che costituiscono la Città metropolitana. La conferenza ha il compito di garantire la partecipazione dei Comuni ai processi decisionali della Città metropolitana.permalink frase

1

2. La Conferenza è l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo. 3. La Conferenza delibera a maggioranza dei 2/3 dei propri componenti che rappresentino almeno il cinquanta per cento della popolazione residente.permalink frase

+

4. La Conferenza partecipa alla definizione, all’adeguamento e alla verifica dell’attuazione delle linee programmatiche da parte del sindaco e dei singoli assessori con le modalità e la periodicità definite dal Regolamento interno.permalink frase

+

5. La Conferenza ha competenza limitatamente ai seguenti atti fondamentali:permalink frase

+

a. approva lo statuto e i regolamenti;permalink frase

+

b. determina i criteri generali in materia di ordinamento degli uffici e dei servizi;permalink frase

+

c. approva il programma triennale e l’elenco annuale dei lavori pubblici;permalink frase

+

d. approva il bilancio annuale e pluriennale, le relative variazioni, il rendiconto;permalink frase

+

e. effettua la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e adotta le misure necessarie a ripristinare il pareggio di bilancio;permalink frase

+

f. riconosce la legittimità dei debiti fuori bilanciopermalink frase

+

g. approva i piani territoriali ed urbanistici;permalink frase

+

h. approva le convenzioni con gli altri enti territoriali e quelle per la costituzione e modificazione di forme associative;permalink frase

+

i. approva le norme sul funzionamento degli istituti di partecipazione;permalink frase

+

j. approva le norme sull’organizzazione dei pubblici servizi;permalink frase

+

k. approva l’istituzione e l’ordinamento dei tributi, con esclusione della determinazione delle relative aliquote;permalink frase

+

l. approva la contrazione di mutui e aperture di credito non previste espressamente in atti fondamentali del consiglio ed emissioni di prestiti obbligazionari;permalink frase

+

m. approva le spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi, escluse quelle relative alle locazioni di immobili ed alla somministrazione e fornitura di beni e servizi a carattere continuativo;permalink frase

+

n. elegge i revisori dei conti.permalink frase

+

6. La conferenza metropolitana si avvale della collaborazione del Collegio dei Revisori dei conti, anche attraverso la richiesta di relazioni specifiche sulla regolarità delle procedure contabili e finanziarie seguite dagli Uffici metropolitani nonché su ogni aspetto dell’attività di vigilanza e controllo a essa attribuita.permalink frase

+

7. La partecipazione alla conferenza metropolitana è a titolo esclusivamente onorifico e non può essere fonte di alcuna forma di remunerazione, indennità o gettone di presenza.permalink frase

+

Art. 21 - Cessazione dalla carica di sindaco

1. In caso di dimissioni, impedimento permanente, rimozione, decadenza o decesso del sindaco, gli subentra il vicesindaco sino alla conclusione naturale del mandato. 2. Le dimissioni presentate dal sindaco diventano efficaci e irrevocabili trascorso il termine di 15 giorni dalla loro presentazione alla Conferenza metropolitana.permalink frase

+