Istituzione dei liberi consorzi comunali e delle Città metropolitane

Liberi consorzi comunali

Puoi partecipare alla Consultazione sul DDL Liberi consorzi di comuni commentato il testo del Disegno di legge riportato in questa pagina. Ogni commento è a sua volta commentabile da altri utenti. Per inviare il tuo contributo clicca sull’icona a destra del paragrafo che intendi commentare e inserisci il testo del tuo commento. Per inserire nuovi commenti o commentare i commenti già inseriti è necessario autenticarsi attraverso il sistema FormezAuth o propri account social (Facebook, Twitter).

Art. 1. Liberi consorzi comunalipermalink frase

2

1. Al fine di razionalizzare l’erogazione dei servizi al cittadino e di conseguire riduzioni dei costi della pubblica amministrazione, in ossequio ai principi sanciti dall’articolo 15 dello Statuto della Regione siciliana ed in attuazione della legge re-gionale 27 marzo 2013, n. 7, le province regionali di Agrigento, Caltanissetta, Cata-nia, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani, costituite ai sensi della legge regionale 6 marzo 1986, n. 9 e della legge regionale 12 agosto 1989, n. 17, as-sumono la denominazione di ‘liberi consorzi comunali’. L’ente consortile ha perso-nalità giuridica.permalink frase

2

2. Ciascun libero consorzio comunale è composto dai comuni appartenenti alla corrispondente provincia regionale, fatta eccezione per i comuni di Palermo, Catania e Messina, istituiti in Città metropolitane ai sensi dell’articolo 7.permalink frase

1

3. I liberi consorzi comunali continuano ad esercitare le funzioni già attribuite alle province regionali. I liberi consorzi continuano ad utilizzare le risorse finanziarie, materiali e umane già di spettanza delle corrispondenti province regionali. I liberi consorzi si avvalgono delle sedi già in uso alle corrispondenti province regionali.permalink frase

+

4. Al personale dei liberi consorzi comunali è attribuito lo status giuridico-economico già in godimento presso le province regionali, che continuerà ad essere disciplinato dal CCNL del comparto enti locali, individuato nell’articolo 9 del CCQN dell’11 giugno 2007.permalink frase

1