.

[...] Nel quadro delle attuali dinamiche globali, insieme alla nascita di nuove imprese manifatturiere orientate al mercato, la crescita della penetrazione sui mercati extra-regionali da parte delle PMI siciliane già attive è un elemento chiave della strategia regionale per il potenziamento del proprio sistema produttivo. Il grado di internazionalizzazione del sistema produttivo – che al netto delle esportazione nel settore oil si colloca tra quelli con minore propensione all’export a livello nazionale – è infatti una delle variabili critiche per il rilancio dell’economia siciliana ed è, allo stesso tempo, frutto e causa delle criticità strutturali che la caratterizzano (nanismo di impresa, scarsa aggregazione, sottocapitalizzazione, ecc.). Ancor più rilevante è l’aspetto che lega la presenza sui mercati internazionali con l’introduzione di attività di Ricerca e di Innovazione stimolati dalla necessità di una maggiore competitività a fronte di mercati più dinamici. Facilitare l’accesso ai mercati extra-regionali e agevolare il percorso di internazionalizzazione delle PMI si configura dunque come un obiettivo centrale della strategia per la competitività del tessuto produttivo in virtù degli effetti di crescita diffusa che possono scaturire da una più robusta presenza internazionale.
Bernardo Brusca
Nel quadro delle attuali dinamiche globali....? Mi sembra che le dinamiche globali, soprattutto europee, non siano a favore della Sicilia: si permettono importazioni agricole a basso costo che portano alla chiusura di molte aziende siciliane. Se ciò significasse la maggiore esportazione di manufatti siciliani ci sarebbe una compensazione. Se invece i vantaggi sono solo poniamo per la Germania che vende più auto o anche la Fiat con auto prodotte in Polonia, è evidente che il cerchio non si chiude e la Sicilia ha solo perdite. Serve quindi un ufficio studi che coordinandosi con le associazion
Bernardo Brusca, 12/07/2014 22:42
Bernardo Brusca
Serve quindi un ufficio studi che coordinandosi con le associazioni dell'industria e del commercio e viste le statistiche import-export dia le informazioni giuste ai politici regionali, nazionali ed europei per difendere gli interessi della Sicilia.
Bernardo Brusca, 13/07/2014 23:19