.

OT 7 Sistemi di Trasporto Sostenibili

Puoi partecipare alla Consultazione commentato il testo riportato in questa pagina. Per inviare il tuo contributo clicca sull'icona a destra del paragrafo che intendi commentare e inserisci il testo del tuo commento. Per inserire nuovi commenti o commentare i commenti già inseriti è necessario autenticarsi attraverso il sistema FormezAuth o propri account social (Facebook, Twitter).

TRASPORTI INTELLIGENTI Questo Obiettivo Tematico è finalizzato al miglioramento delle condizioni di mobilità delle persone e delle cose attraverso il riequilibrio modale a vantaggio di vettori meno impattanti, la mitigazione degli impatti ambientali, l’aumento della sicurezza e il miglioramento della qualità della vita. Tali obiettivi generali sono declinati in obiettivi specifici quali il miglioramento dell’offerta ferroviaria e dei servizi offerti, la continuità territoriale interna, il rafforzamento dei sistemi portuali e logistici.permalink frase

2

Il sistema trasportistico regionale, ancor di più di quanto registrato a livello nazionale, è caratterizzato da debolezze strutturali riguardanti i livelli di sicurezza e le conseguenti esternalità ambientali, soprattutto carente manutenzione ordinaria e straordinaria, necessaria per garantire gli standard minimi di sicurezza.permalink frase

1

Tale carenza infrastrutturale rappresenta un forte vincolo all'accrescimento della competitività delle imprese che va supportata da una rete logistica multimodale, integrata ed efficiente, connessa con le aree interne e facilmente accessibile dai nodi principali e supportata da interventi di Intelligent Transport System (ITS).permalink frase

2

OBIETTIVO SPECIFICO 7.1

Con riferimento al precedente ciclo di programmazione 2007-2013, la Regione Siciliana ha intrapreso ampi investimenti finalizzati al potenziamento ed alla qualificazione del sistema di infrastrutture ferroviarie in termini di interoperabilità, di adeguamento alle esigenze del trasporto merci e compatibilità tra traffico merci e passeggeri, di riduzione dei tempi di percorrenza ed aumento dell’accessibilità e della qualità del servizio. Nel ciclo di programmazione 2014-2020, la Regione intende procedere tramite il nuovo PO FESR Sicilia al perseguimento di due obiettivi strategici: il completamento di importanti infrastrutture strategiche avviate e la prosecuzione dello sforzo di potenziamento dei servizi di trasporto pubblico regionale ed interregionale. Lo snodo strategico è quello di promuovere lo spostamento su ferro di importanti quote di traffico di persone e di merci, agendo sulla qualità del servizio e sui tempi di percorrenza.

Il forte rilievo di questo obiettivo è determinato anche dai deficit ancora molto evidenti che caratterizzano l’offerta ferroviaria regionale. Il grado di soddisfazione del servizio di trasporto ferroviario è molto inferiore alla media nazionale ed è il più basso fra le regioni italiane (34,4% di persone che si dichiarano soddisfatte del servizio in Sicilia contro 49,7% nella media nazionale, nel 2011). Analogamente, l’indice di utilizzazione del trasporto ferroviario (dato dalla percentuale di persone che hanno utilizzato il mezzo di trasporto almeno una volta nell'anno sul totale della popolazione di 14 anni e oltre) è pari a circa un terzo della media nazionale. L’indice del traffico merci per ferrovia, misurato in tonnellate di merci in ingresso ed in uscita per ferrovia (tonnellate per cento abitanti), è notevolmente più basso che nella media nazionale. Attualmente, la quota di merci in ingresso ed in uscita per ferrovia sul totale delle modalità è pari a poco più dell’1%. Gli obiettivi assunti su questo tema nell’ambito del POR sono perseguiti in sinergia con il Programma Operativo Nazionale “Infrastrutture e reti” nonché con il complesso degli investimenti promossi dalla pianificazione generale dei trasporti in Sicilia. In particolare, il PON contribuisce al completamento ed all’integrazione del sistema dei trasporti ferroviari in Sicilia anche nell’ambito della priorità 7.a “Promuovere sistemi di trasporto sostenibili ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete: a) favorendo la creazione di uno spazio unico europeo dei trasporti multimodale con investimenti nella TEN-T [...].permalink frase

5

Tipologia di azionipermalink frase

+

7.1.2 - Completare le infrastrutture strategiche relative agli archi nazionali di adduzione ai corridoi ferroviari europei della rete centrale [infrastrutture e tecnologie anche ERTMS della rete globale]permalink frase

2

7.1.4 - Potenziare i servizi di trasporto pubblico regionale ed interregionale su tratte dotate di domanda potenziale significativa, anche attraverso il sostegno al rinnovo del materiale rotabile, al rinnovo dell’armamento, allo sviluppo dell’interoperabilità e la promozione dell’integrazione tariffariapermalink frase

1

OBIETTIVO SPECIFICO 7.2

Il grado di competitività del sistema portuale e interportuale siciliano ha una forte incidenza sui livelli generali di competitività, produttività ed attrattività dell’economia regionale, anche considerando l’importanza della quota di merci in ingresso ed in uscita dalla regione attraverso la modalità del trasporto marittimo. L’esigenza è sia di potenziare e rafforzare i porti di rilevanza nazionale che di ottimizzare le funzioni e le specializzazioni dei porti commerciali regionali. Completando gli interventi di potenziamento e qualificazione già effettuati sul sistema dei porti regionali, la Regione Siciliana intende promuovere un significativo aumento dei flussi di traffico marittimo delle merci e favorire il riequilibrio modale nel trasporto delle merci, agendo sulla competitività del sistema portuale ed interportuale nonché sulla integrazione di questo sistema con le altre modalità di trasporto. Gli effetti attesi riguardano, inoltre, la riduzione del traffico merci di lunga percorrenza su strada, la sostenibilità ambientale e la riduzione dei costi diretti ed indiretti del trasporto.permalink frase

2

L’obiettivo dell’aumento della competitività del sistema portuale e interportuale in Sicilia viene perseguito in stretta integrazione con il Programma Operativo Nazionale “Infrastrutture e reti”, nell’ambito del quale sono realizzati gli interventi relativi ai porti siciliani di rilevanza nazionale, mentre il POR agirà sui nodi di rilievo regionale, ottimizzandone la specializzazione.permalink frase

+

Gli obiettivi di sviluppo del sistema portuale siciliano hanno come elementi di riferimento il Piano Regionale dei Trasporti, l’APQ “Trasporto marittimo” e la strategia promossa dalla Unione Europea per il potenziamento delle Autostrade del mare.permalink frase

1

Tipologia di azionipermalink frase

+

7.2.2 - Potenziare infrastrutture e attrezzature portuali e interportuali di interesse regionale, ivi inclusi il loro adeguamento ai migliori standard ambientali, energetici e operativi [infrastrutture e tecnologie della rete globale]permalink frase

1

OBIETTIVO SPECIFICO 7.4

Nel 2007-2013, la Regione Siciliana ha avviato un importante piano di rafforzamento e riqualificazione della viabilità primaria e secondaria regionale. In particolare, il PO FESR 2007-2013 ha finanziato la realizzazione di due Grandi Progetti Autostrada Siracusa-Gela Lotti 6+7 e 8 e Itinerario Agrigento-Caltanissetta, nonché un importante programma di riqualificazione della viabilità secondaria, attraverso la definizione di Piani Provinciali che individuano carenze funzionali e strutturali del sistema e gerarchizzano i possibili interventi con riferimento alle esigenze di mobilità e sicurezza sulla rete viaria di propria competenza.permalink frase

+

Nel 2014-2020, la Regione intende assicurare, a valere sul Programma Operativo Regionale, il completamento di importanti infrastrutture viarie già in parte realizzate nel passato ciclo di programmazione e che sono in grado di produrre un forte impatto in termini di coesione e continuità territoriale, migliorando le connessioni tra le aree interne della regione ed i poli urbani, produttivi e logistici del sistema territoriale siciliano, attraverso un significativo abbattimento dei tempi di percorrenza rispetto alla situazione attuale.permalink frase

+

Il forte rilievo di questo obiettivo è determinato anche dai deficit ancora molto evidenti che caratterizzano le altre modalità di trasporto, determinando l’assenza di una valida alternativa al trasporto stradale. In particolare, l’inadeguatezza del servizio ferroviario in molte aree della regione rende obbligatorio l’uso dell’auto privata o degli autobus. In particolare, la linea ferroviaria Siracusa-Gela è una linea non elettrificata e a binario unico dove la media di velocità è di 55 km/h. Gli obiettivi di sviluppo del sistema stradale siciliano hanno come elementi di riferimento il Piano Regionale dei Trasporti, l’APQ “Trasporto stradale” e la strategia promossa dalla Unione Europea con il Libro Bianco del 2011 “Tabella di marcia verso uno spazio unico europeo dei trasporti – per una politica dei trasporti competitiva e sostenibile” volta a coniugare l’incremento della mobilità con il miglioramento della sicurezza stradale e la riduzione delle emissioni.permalink frase

+

Tipologia di azionipermalink frase

+

7.4.1 - Rafforzare le connessioni delle aree interne per favorire la coesione e la continuità territoriale privilegiando il completamento di interventi già avviati e mediante interventi selettivi sull’infrastruttura viaria volti a rimuovere strozzature e barriere, laddove non risulti sostenibile realizzare nuovi collegamenti ferroviari o riqualificare linee già esistentipermalink frase

+