.

OT 11 Rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un’amministrazione pubblica efficiente

PER UN’AMMINISTRAZIONE PIÙ EFFICIENTEpermalink frase

8

Le lezioni tratte dalle esperienza attuativa del precedente periodo di programmazione confermano l’esigenza di proseguire l’azione di adeguamento dei processi organizzativi, migliorando la capacità amministrativa e di programmazione del sistema regione ed affinando i meccanismi di gestione e di comunicazione interni all’Amministrazione. Si riscontrano ancora difficoltà diffuse nelle articolazioni istituzionali locali ad esprimere una progettualità di qualità, presupposto indispensabile per potere assicurare l’efficace e pieno utilizzo dei Fondi Strutturali.permalink frase

2

Assieme a questo, la Pubblica Amministrazione siciliana è interessata da un processo di riforma che richiede una attenzione specifica e una più forte azione di rafforzamento della capacità amministrativa.permalink frase

3

Nel ciclo di programmazione 2014-2020, l’obiettivo della Regione è pertanto quello di rispondere ai fabbisogni dei soggetti istituzionali coinvolti nel processo di programmazione, attuazione, monitoraggio, controllo e valutazione degli interventi cofinanziati dai Fondi Strutturali ed in particolare dal FESR.permalink frase

+

Occorre inoltre accrescere la capacità della pubblica amministrazione siciliana di programmare ed attuare le operazioni cofinanziate con tempi allineati alle prescrizioni comunitarie e di erogare servizi adeguati alle esigenze delle imprese e dei cittadini. Una gestione sana dei fondi richiede infatti che le strutture amministrative agiscano in maniera efficiente, efficace e trasparente, svolgendo adeguatamente le mansioni connesse all’esecuzione dei Fondi, inclusi la valutazione ed il controllo, e prevenendo in tal modo le frodi e la corruzione.permalink frase

2

Particolare attenzione dovrà essere data al rafforzamento e diffusione dei processi di valutazione, ai vari livelli operativi interessati, e al recepimento del “Codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali e di investimento europei” che rappresenta una nuova sfida alla rafforzamento dei processi partecipativi ad alla diffusione della conoscenza relativa alla programmazione e gestione dei Fondi comunitari. I destinatari e beneficiari delle azioni proposte non sono più costituiti dalla sola Pubblica amministrazione dai suoi operatori, ma ricomprendono ora una serie si soggetti pubblici e privati che sono espressione di interessi collettivi e vengono chiamati a concorrere al processo di programmazione e verifica del presente Programma Operativo.permalink frase

3

OBIETTIVO SPECIFICO 11.6

Tipologia di azionipermalink frase

+

11.6.3 - Strumentazione e attività di monitoraggio e valutazione per il rafforzamento dei sistemi territoriali dell’innovazione in accompagnamento all’attuazione dei programmipermalink frase

1

11.6.5 – Implementazione dei “Piani di miglioramento tecnico-amministrativo ”adottati al fine di adeguare e potenziare le competenze delle amministrazioni impegnate nell'attuazione e gestione dei programmi cofinanziati)permalink frase

3

11.6.6 – Attivazione di modalità di reclutamento dedicate per il rafforzamento tecnico delle strutture impegnate nella programmazione, attuazione e gestione degli investimenti pubblici per lo sviluppo economico e la coesione territorialepermalink frase

2

11.6.7 – Azioni per il miglioramento dell’efficacia delle politiche pubbliche attraverso la diffusione e l’applicazione di metodi di valutazione appropriati (per l’analisi ex-ante, in itinere ed ex-post) e il rafforzamento delle competenze e le capacità del Sistema Nazionale di Valutazione e delle strutture tecniche delle amministrazioni per la realizzazione diretta di valutazioni e per l’affidamento di valutazioni e/o ricerche valutative anche con l’utilizzo dei Nuclei di Valutazione, come strumento di valutazione diretta e/o di supporto alla definizione di linee guida per valutazioni effettuate da altri soggettipermalink frase

2

11.6.8 – Attuazione del Codice di condotta europeo sul partenariato [intensificando e migliorando la qualità e il grado di incisività della consultazione con le parti economiche e sociali, con la società civile, i cittadini e tutti i portatori di interesse]permalink frase

1

11.6.9 – Produzione di informazioni statistiche con elevato grado di disaggregazione territoriale e di dati di dettaglio collegati ai singoli Programmi. elaborati sulla base di comuni standard di qualità (Azione collegata alla condizionalità ex ante “Sistemi statistici”)permalink frase

2

11.6.10 – Azioni mirate di rafforzamento delle competenze e di promozione e incentivo per il maggiore e pieno utilizzo delle centrali di committenza ed il ricorso alle stazioni uniche appaltanti.permalink frase

2

11.6.12 – Accompagnamento del processo di riforma degli Enti locali anche attraverso azioni per la riqualificazione del personale amministrativo degli enti coinvolti che consenta di coordinare gli obiettivi di riordino istituzionale [anche con l’obiettivo del migliore utilizzo dei fondi europei]permalink frase

8