Legge della Regione Abruzzo “Disposizioni sulla partecipazione allo svolgimento delle funzioni regionali”

[...] 1. E' istituito l'Albo regionale della Partecipazione. Possono esservi iscritti soggetti pubblici ed enti pubblici anche non territoriali, associazioni, fondazioni, comitati, nonché altre organizzazioni, anche non riconosciute, purché istituite da almeno sei mesi, costituite nell'ambito della società civile, secondo principi democratici e senza finalità lucrative, per la tutela, la sviluppo e la valorizzazione di interessi culturali, sociali, ambientali, di promozione socio-economica della società abruzzese nelle sue diverse articolazioni territoriali. 2. L’Autorità garante per la Partecipazione è responsabile della tenuta dell'Albo e del suo aggiornamento. 3. L'iscrizione e la cancellazione avvengono su richiesta. All'iscrizione provvede l’Autorità, previa verifica dei requisiti di cui al comma 1. 4. All'iscrizione deve indicarsi la persona fisica legale rappresentante.
Carlo Di Marco
si propone la seguente sostituzione: Art. 4 Soggetti proponenti l'avvio di processi partecipativi 1. I processi partecipativi sostenuti dalla Regione in base al successivo Capo III possono essere avviati su istanza dei seguenti soggetti: a. Giunta o Assemblea legislativa. L'Assemblea legislativa nell'atto in cui assume tale decisione indica la Commissione delegata a seguire il proce-dimento partecipativo; b. enti locali, anche in forma associata, e loro circoscrizioni; c. associazioni formalmente costituite e comitati di cittadini liberamente organizzati. 2. Oltre ai soggetti di cui al comma 1
Carlo Di Marco, 30/11/2015 15:03