4° Piano d’azione nazionale per l'open government

Le Azioni: 2. Trasparenza

Puoi partecipare alla Consultazione commentando il testo riportato in questa pagina. Per inviare il tuo contributo clicca sull'icona a destra del paragrafo che intendi commentare e inserisci il testo del tuo commento.

Contesto e obiettivi dell’azione

Sebbene siano stati già percorsi numerosi e importanti passi nel processo di potenziamento della capacità delle amministrazioni di rendersi trasparenti, continuano a persistere numerosi ostacoli all’attivazione di percorsi virtuosi. Molti di questi sono riconducibili a scelte operative e a limiti nella gestione di dati e informazioni da parte delle amministrazioni che da un lato impattano sull’accessibilità, la qualità e la tempestività dell’informazione e dall’altro comportano degli oneri in capo alle amministrazioni difficilmente sostenibili, soprattutto in presenza di realtà di piccole dimensioni. In particolare emerge da più fronti, incluso PA ed esponenti della società civile, la necessità di procedere con interventi di semplificazione nella gestione degli obblighi informativi stabiliti dal d. lgs. n. 33/2013. Ciò da un lato nell’ottica di agevolare l’accesso da parte di cittadini e portatori di interesse alle informazioni pubblicate nella sezione Amministrazione Trasparente presente sui siti web istituzionali delle amministrazioni ed al loro riuso in attività di monitoraggio e confronto dell’operato pubblico e dall’altro al fine di ottimizzare l’impegno della PA, spesso chiamata a adempiere più volte e secondo modalità differenti allo stesso obbligo informativo. Inoltre, dall’osservazione dei primi due anni di attuazione del FOIA, emerge la necessità di dare un maggiore impulso all’utilizzo dell’istituto dell’accesso civico generalizzato creando meccanismi atti ad agevolarne il ricorso da parte dei cittadini ed al contempo a renderne più efficace ed efficiente la gestione da parte delle amministrazioni.

Impegni

L’azione mira nel suo complesso a fornire un ulteriore impulso alla capacità delle amministrazioni di rendersi trasparenti nei confronti dei cittadini in modo efficiente attraverso il perseguimento dei seguenti macro-obiettivi:

elaborazione di una proposta di semplificazione degli obblighi informativi di cui al d.lgs. 33/2013 al fine di migliorare l’accessibilità, la qualità e la tempestività dei dati e delle informazioni resi disponibili a cittadini e imprese, riducendo gli oneri in capo alle stesse amministrazioni. L’attività includerà l’individuazione e l’approfondimento delle modalità e condizioni secondo cui si potrebbe prevedere l’assolvimento dell’obbligo di pubblicità relativo a determinati ambiti informativi attraverso la sola alimentazione di banche dati centralizzate già disponibili, in via di realizzazione o opportunamente adattate;permalink frase

8

realizzazione di servizi web evoluti volti ad agevolare l’utilizzo del FOIA e di altre forme di accesso (quali ad esempio quello relativo alle informazioni ambientali) da parte dei cittadini e al contempo a supportare un’efficace gestione dell’istituto dell’accesso a dati e documenti da parte delle amministrazioni. La disponibilità in un unico punto di informazioni di rilievo sulla natura delle istanze presentante e delle modalità di trattamento – acquisite ad esempio a partire dal Registro degli accessi FOIA – consentirà di guidare i cittadini nel processo di ricerca e acquisizione di informazioni sull’attività della PA ed al contempo permetterà alle amministrazioni di gestire in modo sempre più rapido, efficiente ed omogeneo le richieste pervenute;permalink frase

2

semplificazione delle modalità di accesso ad informazioni su temi chiave per i cittadini quali l’ambiente e la spesa pubblica.permalink frase

4

Amministrazione responsabile

Dipartimento della funzione pubblica (PCM – DFP)

Altre amministrazioni coinvolte

Consip, INAIL, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), Regioni e Province Autonome, Comune di Milano, Roma Capitale

Impegni specifici

PA referente: PCM-DFP

2.1 Realizzazione di una procedura guidata (wizard) che mira ad agevolare il richiedente nella corretta individuazione sia della tipologia di accesso rispondente al suo interesse, sia dell’amministrazione destinataria della richiesta. Quando scade: novembre 2019permalink frase

2

2.2 Realizzazione di un sistema di monitoraggio centralizzato delle istanze FOIA e del relativo esito alimentato dalle amministrazioni che adotteranno il format di registro messo a disposizione dal DFP. Quando scade: gennaio 2020permalink frase

2

Costituzione di un gruppo di lavoro, composto da referenti per ciascuna delle amministrazioni coinvolte ed aperto alla partecipazione di rappresentanti della società civile interessati, volto ad indirizzare le seguenti attività di dettaglio:permalink frase

4

2.3 individuazione di un sottoinsieme di obblighi informativi ad alto valore per i cittadini i cui contenuti sono presenti almeno in parte in banche dati centralizzate e verifica del grado di corrispondenza con il dettato del d. lgs. n. 33/2013. Quando scade: febbraio 2020permalink frase

1

2.4 Predisposizione di un documento di proposta di interventi di semplificazione relativamente alla consultazione della sezione Amministrazione Trasparente, coerente con le banche dati individuate, eventualmente prevedendo interventi normativi. Quando scade: giugno 2020permalink frase

1

PA referente: Consip

Mappe georeferenziate della spesa PA: realizzazione di una applicazione web che, attraverso l’utilizzo di mappe geografiche interattive, consentirà a cittadini, imprese e amministrazioni di consultare dati ed indicatori relativi agli acquisti effettuati utilizzando gli strumenti del Programma di Razionalizzazione degli acquisti (Mercato Elettronico, Convenzioni, Accordi quadro e Sistema Dinamico), gestito da Consip per conto del Ministero dell’Economia e Finanze. L’applicazione sarà accessibile www.consip.it e www.acquistinretepa.it.permalink frase

1

Il piano progettuale prevede 2 step principali di rilasci:permalink frase

+

2.5 Fase I , si realizzeranno due mappe geografiche con focus sull’operato delle Amministrazioni (navigabili per area geografica, strumento di acquisto, settori merceologici). Quando scade: maggio 2019permalink frase

1

2.6 Fase II , si realizzerà una ulteriore mappa geografica con focus sull’operato dei Fornitori (navigabili per area geografica, strumento di acquisto, settori merceologici). Quando scade: marzo 2020permalink frase

1

PA referente: INAIL

2.7 Realizzazione del sistema di gestione informatizzata delle istanze di accesso documentale, civico e civico generalizzato dalla fase dell’acquisizione dell’istanza a quella della registrazione dell’esito del relativo procedimento. Il sistema, che consente anche l’aggiornamento automatizzato del Registro unico degli accessi sul portale istituzionale dell’Ente e la possibilità di esportare i dati presenti nella tabella dei risultati in formato pdf per il cittadino e in formato excel per l’operatore abilitato, sarà rilasciato presso tutte le sedi dell’istituto. Quando scade: giugno 2019permalink frase

1

PA referente: ISPRA

Realizzazione di un portale web utile a far fronte alle richieste e alle aspettative dell’utenza del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (SNPA) in materia di accessibilità a dati, documenti e informazioni detenute, in un’ottica di sistema integrato tra ISPRA ed ARPA/APPA regionali e provinciali. Attraverso il portale si realizzerà:permalink frase

+

2.8 una lettura ed una applicazione della normativa in materia di trasparenza ex d.lgs. 33/2013 integrata con quella in materia di accesso agli atti di cui alla L.241/90, tenendo conto delle specificità proprie del diritto di accesso in materia ambientale già regolamentato dal D.Lgs. 195/2005, da cui scaturirà la pubblicazione delle necessarie informazioni all’utenza per orientarla ad un corretto utilizzo dei diritti attribuiti dalla legge in materia. Quando scade: giugno 2019permalink frase

+

2.9 L’offerta all’utenza di un collettore unico nazionale delle richieste di atti ed informazioni ambientali indirizzate agli enti del SNPA - attraverso anche la predisposizione di un form on line unico –che facilita l’inoltro ai singoli URP mediante link di collegamento. Quando scade: ottobre 2019permalink frase

1

2.10 La realizzazione di un registro degli accessi per ciascun singolo ente e di seguito unico per il SNPA. Quando scade: gennaio 2020permalink frase

1

2.11 Una omogeneità di trattamento e risposta circa le richieste di accesso e informazioni provenienti dall’utenza attraverso la definizione di modalità operative che garantiscano un’uniforme interpretazione della materia e la sua concreta modalità applicativa e che possano fungere da stimolo all’emanazione di linee guida di settore e, in particolare, alla predisposizione di linee guida comuni al SNPA. Quando scade: giugno 2020permalink frase

+

PA referente: Comune di Milano

2.12 Aggiornamento e revisione dei regolamenti di trasparenza e partecipazione in conformità con le sperimentazioni e le novità apportate dai processi di digitalizzazione. Quando scade: dicembre 2020permalink frase

+

2.13 Sperimentazione dell’utilizzo del format di Registro messo a punto dal DFP. Quando scade: dicembre 2020permalink frase

+

2.14 Sperimentazione di una soluzione avanzata integrata al portale istituzionale per la consultazione dell’Albo Pretorio e dei contenuti istituzionali con strumenti evoluti di ricerca e di analisi relazionale. Quando scade: giugno 2019permalink frase

+

2.15 Lancio dell’app Milan@Work in partnership con il Politecnico di Milano per la visualizzazione dei dati sulle pratiche edilizie e dei lavori stradali. Quando scade: gennaio 2020permalink frase

+

PA referente: Roma Capitale

2.16 Attuazione del Regolamento unico sugli accessi approvato da Roma Capitale. Quando scade: settembre 2019permalink frase

1

2.17 Sperimentazione dell’utilizzo del format di Registro messo a punto dal DFP. Quando scade: da dicembre 2019 a dicembre 2020permalink frase

+