4° Piano d’azione nazionale per l'open government

Le Azioni: 10. Cittadinanza e competenze digitali

Puoi partecipare alla Consultazione commentando il testo riportato in questa pagina. Per inviare il tuo contributo clicca sull'icona a destra del paragrafo che intendi commentare e inserisci il testo del tuo commento.

Contesto e obiettivi dell’azione

Come dimostrano i recenti dati (DESI - Digital Economy & Social Index 2018) il basso livello di competenze digitali è una criticità che contraddistingue l’Italia nel suo complesso ed è ampiamente riconosciuto tra le principali cause del ritardo maturato nel processo di trasformazione digitale della pubblica amministrazione. permalink frase

+

Inoltre, sempre secondo il DESI, l’Italia ha particolare bisogno di iniziative strategiche sul tema delle competenze digitali dedicate a quei settori della popolazione, come gli anziani e le persone inattive, che non vengono fatti oggetto di altre iniziative in materia. Allo stesso tempo è sempre più diffusa, tra le imprese, l’esigenza di semplificazione nei rapporti con la PA e nella fruizione dei servizi e degli adempimenti legati a questo rapporto.permalink frase

1

Al fine di indirizzare opportunamente le sfide che derivano da una realtà sociale ed economica sempre più orientata al digitale è, pertanto, necessario attivare un sistema sinergico di interventi sul tema delle competenze digitali, variamente rivolti sia ai cittadini, sia alle imprese che ai dipendenti pubblici. Tali interventi si muovono su almeno quattro diversi ambiti di competenze: permalink frase

3

le competenze digitali di base, necessarie a tutti i cittadini per interagire con il mondo digitale;permalink frase

1

le competenze specialistiche alla base del miglioramento della produttività e della competitività del sistema imprenditoriale in una economia sempre più orientata alla conoscenza e all’informazione, oltre che ad una efficace gestione dei servizi pubblici;permalink frase

+

le competenze digitali specifiche di un dato contesto di lavoro (definite recentemente dall’OCSE “Digital Complementary Skills”) che, nel caso della PA, è caratterizzato dalla presenza di processi operativi e soluzioni tecnologiche del tutto peculiari e disciplinati da norme (prima fra tutte il d. lgs. n. 82/2005, Codice dell’amministrazione digitale);permalink frase

+

le competenze digitali di e-leadership, essenziali per promuovere e guidare il cambiamento.permalink frase

+

Alla scarsa diffusione delle competenze digitali si aggiunge una scarsa consapevolezza dei diritti di cittadinanza digitale. L’evoluzione tecnologica e le conseguenti richieste di servizi digitali da parte del cittadino e delle imprese portano la necessità di promuovere strumenti e iniziative per la diffusione della cittadinanza digitale. In tal senso, è importante attivare strumenti e iniziative volti a diffondere la consapevolezza tra i cittadini rispetto ai diritti e agli strumenti legati alla cittadinanza digitale e, in particolare, volti a:permalink frase

2

supportare l’attuazione della cittadinanza digitale nella tutela del suo diritto/dovere: diritto del cittadino digitale alla fruizione dei servizi; dovere del cittadino ad adeguarsi alle modalità richieste dall’eGovernment per poter esercitare il suo diritto;permalink frase

1

abilitare la società civile a comprendere e conoscere i progetti di trasformazione digitale delle amministrazioni sia coinvolgendo i giovani in progetti digitali sia promuovendo una piattaforma loro dedicata.permalink frase

2

Impegni

Obiettivo della presente azione è la realizzazione delle seguenti attività in materia di Cittadinanza digitale:permalink frase

1

predisporre una Guida per i cittadini che illustri i principali diritti digitali contenuti nel Codice dell’amministrazione digitale (CAD) che regolano e semplificano il rapporto dei cittadini e delle imprese nei confronti della PA;permalink frase

+

realizzazione di un “Portale Giovani” per promuovere l’attivazione dei giovani dai 14 ai 35 anni e la loro maggiore e più agevole inclusione nel tessuto economico e sociale del Paese;permalink frase

1

definizione di un progetto di alternanza scuola-lavoro articolato su tre anni per l’educazione alla cittadinanza digitale: dalla consapevolezza dei diritti alle tutele previdenziali e assistenziali garantite dall’Inps all’impegno per l’alfabetizzazione all’uso dei servizi online;permalink frase

1

a livello regionale, aumentare numero punti di accesso libero e gratuito alla rete Internet in banda ultra larga, aumentare la quantità e gamma delle competenze digitali disponibili, aumentare il numero di luoghi in cui sia possibile praticare forme di co-progettazione e co-valutazione di servizi pubblici (innovation labs, open lab, ecc). cc). permalink frase

1

In merito, invece al tema delle competenze digitali, obiettivo della presente azione è la realizzazione delle seguenti attività, in linea con i diversi ambiti di competenza delineati:permalink frase

1

promozione di iniziative a supporto della diffusione delle competenze digitali per i cittadini e anche con azioni in ottica di genere;permalink frase

1

produzione di servizi e contenuti digitali in amministrazione diretta nelle biblioteche pubbliche;permalink frase

+

lancio di una piattaforma web based per l’autoverifica delle conoscenze e capacità richieste ad un dipendente pubblico per operare in una PA sempre più digitale (Digital complementary skills) e l’indirizzamento verso percorsi formativi personalizzati. La piattaforma sarà messa a disposizione di tutte le amministrazioni e i dipendenti della PA dopo una prima fase di sperimentazione che coinvolgerà alcune amministrazioni di grandi dimensioni che comprendono Roma Capitale e l’INPS, interessate all’utilizzo della piattaforma a supporto della definizione di piani di formazione interna;permalink frase

2

attivazione per la definizione di una norma tecnica di riferimento con i requisiti generali per il manager dell’innovazione digitale e propedeutica ad attività di armonizzazione e altre attività quali ad esempio formazione e certificazione delle competenze digitali nell’impresa.permalink frase

+

Amministrazione responsabile

Agenzia per l’Italia digitale (AGID), Dipartimento della funzione pubblica (PCM – DFP)

Altre amministrazioni coinvolte

Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale (PCM-DGSCN), INPS, INAIL, Ministero per i beni e le attività culturali (MIBAC), Unioncamere, Regioni e Province Autonome, Roma Capitale.

Impegni specifici

PA referente: AGID

10.1 Redazione della Guida al fine di renderla uno strumento, pratico e agile, a disposizione dei cittadini e delle imprese per informarsi ed essere aggiornati sui propri diritti digitali e sulle forme di tutela nel caso in cui le amministrazioni non consentano loro di esercitarli. Quando scade: entro settembre 2019permalink frase

+

10.2 Attività di promozione e diffusione in tema di tutela dei diritti digitali destinata ad amministrazioni e cittadini, anche attraverso forme di collaborazione con amministrazioni vicine al territorio (aziende sanitarie, istituti scolastici). Quando scade: Avvio entro gennaio 2020 - Fine entro settembre 2020permalink frase

+

PA referente: PCM – DFP

10.3 Pubblicazione del sito web in cui saranno illustrate le finalità e le funzionalità della piattaforma di autoverifica delle competenze digitali dei dipendenti pubblici (digital complementary skills) e indirizzamento verso corsi formativi personalizzati. Quando scade: giugno 2019permalink frase

+

10.4 Avvio sperimentazione della piattaforma almeno presso 3 amministrazioni. Quando scade:giugno 2019permalink frase

+

10.5 Apertura della piattaforma a tutte le amministrazioni e i dipendenti della PA. Quando scade: aprile 2020permalink frase

+

10.6 Avvio pubblicazione di dati aggregati e statistiche su competenze e formazione dei dipendenti della PA in formato open. Quando scade:maggio 2020permalink frase

+

PA referente: INPS

10.7 Avvio sperimentazione della piattaforma predisposta dal PCM-DFP per l’autoverifica delle competenze digitali nella PA (Digital complementary skills) su un primo campione di dipendenti. Quando scade:giugno 2019permalink frase

+

10.8 Ampliamento della sperimentazione ad un secondo e più ampio campione di dipendenti. Quando scade:febbraio 2020permalink frase

+

10.9 Realizzazione di un piano formativo definito a partire dalle attività di autoverifica effettuate attraverso la piattaforma. Quando scade:maggio 2020permalink frase

+

Futuri cittadini digitali in azione - Format di Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro (legge 107 del 2015 - La Buona Scuola) articolato su tre anni per l’educazione alla cittadinanza digitale: dalla consapevolezza dei diritti alle tutele previdenziali e assistenziali garantite dall’Inps all’impegno per l’alfabetizzazione all’uso dei servizi online. Destinatari: Classi 3-4-5, con il coinvolgimento attivo degli studenti delle classi 5° in attività di alfabetizzazione all’uso dei servizi online di over 65 in collaborazioni con enti locali e organizzazioni del terzo settore della società civile. La programmazione delle attività avrà luogo nei mesi successivi la pubblicazione del decreto del MIUR, che definirà le linee guide relative ai “percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” così come previsto dalla Legge di bilancio 145/2018, articolo unico, comma 785. Tra le attività dell’azione proposta si prevede di: permalink frase

+

10.10 Progettare e erogare, ai sensi della Direttiva MIUR 170/2016, un percorso di Formazione Formatori, rivolto agli insegnanti, selezionando e mettendo a disposizione online materiale didattico e strumenti di supporto per gestire: permalink frase

1

le lezioni introduttive al Percorso da proporre agli studenti delle classi terze;permalink frase

+

le attività previste nel Progetto di Alternanza per le classi quarte e quinte.permalink frase

+

Quando scade:giugno 2021permalink frase

+

PA referente: MIBAC

MIBAC - Fabbrica delle idee” produzione di servizi e contenuti digitali in amministrazione diretta nelle biblioteche pubbliche.permalink frase

+

10.11 L’idea progettuale nasce dall’esigenza di sfruttare adeguatamente le potenzialità innovative della nuova Bibliomediateca di Potenza. L’intervento prevede la Programmazione di un calendario di attività basate sul metodo del creative learning:permalink frase

+

workshop di robotica;permalink frase

+

corsi di coding;permalink frase

+

corsi di robotica educativa;permalink frase

+

laboratori didattici per le scuole di ogni ordine e grado, gare di robotica;permalink frase

+

attività di team building per adulti, laboratori per la manipolazione di materiali e la costruzione di oggetti.permalink frase

+

Il progetto prevede, inoltre, la gestione e l'amministrazione diretta dei servizi di digitalizzazione e di creazione di prodotti e contenuti sia analogici che digitali.permalink frase

+

Quando scade: Avvio negli ultimi tre mesi 2019 - Conclusione primo quadrimestre 2020.permalink frase

+

PA referente: PCM - DGSCN

Ideazione e realizzazione di un “Portale Giovani” per promuovere l’attivazione dei giovani dai 14 ai 35 anni e la loro maggiore e più agevole inclusione nel tessuto economico e sociale del Paese. Il progetto si articola in due fasi, il cui sviluppo è parallelo ma con modalità e tempistiche differenti.permalink frase

+

Fase 1: realizzazione di una piattaforma web per consentire ai giovani di presentare domanda on line, con accesso SPID, ai bandi di selezione per il Servizio civile universale. Oggi tale presentazione avviene con consegna della domanda (compilata in forma cartacea) a mano o con raccomandata alle migliaia di enti distribuiti sul territorio nazionale. La piattaforma, oltre a facilitare l’accesso dei giovani a questa opportunità, produrrà l’ottimizzazione di un processo complicato e migliorandone efficacia ed efficienza per amministrazioni pubbliche ed enti. In particolare, gli obiettivi principali riguardano: permalink frase

+

10.12 Realizzazione di un prototipo da testare in circuito interno. Quando scade:agosto 2019permalink frase

+

10.13 Attivazione della piattaforma, anche in via sperimentale. Quando scade: settembre 2019permalink frase

+

10.14 Monitoraggio e verifica del funzionamento della piattaforma. Quando scade:dicembre 2019permalink frase

+

10.15 Rivisitazione dello strumento sulla base dei feedback ricevuti e delle eventuali criticità riscontrate. Quando scade:marzo 2020permalink frase

+

Fase 2: Ideazione e realizzazione di un Portale Giovani (che ingloberà anche il prodotto di cui al punto 1), ossia di una piattaforma web che funga da punto unico di ingresso per i giovani alle opportunità loro dedicate su tutto il territorio nazionale. In particolare, il Portale avrà una funzione informativa, di promozione del networking tra giovani, di relazione con le istituzioni e di scambio di esperienze. Le principali fasi di attuazione del progetto sono le seguenti:permalink frase

+

10.16 Studio di fattibilità. Quando scade:agosto 2019permalink frase

+

10.17 Realizzazione dell’architettura di sistema e definizione dei contenuti, anche costruendo una rete di relazioni con le altre amministrazioni che si occupano di opportunità per i giovani. Quando scade:gennaio 2020permalink frase

+

10.18 Realizzazione di un prototipo da testare in circuito interno. Quando scade:maggio 2020permalink frase

+

10.19 Attivazione del Portale, anche in via sperimentale. Quando scade: luglio 2020permalink frase

+

10.20 Monitoraggio e verifica del funzionamento della piattaforma. Quando scade:gennaio 2021permalink frase

+

10.21 Rivisitazione dello strumento sulla base dei feedback. ricevuti e delle eventuali criticità riscontrate. Quando scade:marzo 2021permalink frase

1

PA referente: Unioncamere

10.22 Attivazione per la definizione di una norma tecnica di riferimento con i requisiti generali per il manager dell’innovazione digitale e propedeutica ad attività di armonizzazione e altre attività quali ad esempio formazione e certificazione delle competenze digitali nell’impresa. Quando scade:ottobre 2019permalink frase

+

10.23 Realizzazione di attività di diffusione. Quando scade: giugno 2020permalink frase

+

PA referente: Regioni e Province Autonome

Al fine di accelerare uno sviluppo coordinato della Cittadinanza Digitale le Regioni si impegnano a:permalink frase

+

10.24 Definire ed attuare progettualità a favore dell’accesso alla Rete gratuito e semplificato per i cittadini (reti WiFi pubbliche). Quando scade:dicembre 2020permalink frase

+

10.25 Definire ed attuare progettualità a favore della diffusione di competenze digitali tra la popolazione (alfabetizzazione digitale, cultura digitale, ecc.). Quando scade:dicembre 2020permalink frase

1

10.26 Definire ed attuare progettualità a favore della creazione di spazi e momenti di confronto tra la cittadinanza e la PA per la co-progettazione e co-valutazione di servizi della PA (innovation lab, open lab, telecentri, ecc.). Quando scade:dicembre 2020permalink frase

1

10.27 Saranno elementi di valorizzazione positiva servizi altamente innovativi che utilizzino tecnologie emergenti come la blockchain o i bot. Quando scade:dicembre 2020permalink frase

+

PA referente: Roma Capitale

Promozione di iniziative a supporto della diffusione delle competenze digitali per la cittadinanza attraverso la diffusione dei Punti Roma Facile e le attività della Scuola Diffusa per la Partecipazione e la Cittadinanza Digitale, anche con azioni in ottica di genere.permalink frase

1

10.28 Definizione di un regolamento dei presìdi assistiti di facilitazione Punti Roma Facile e della Scuola Diffusa per la partecipazione e la cittadinanza digitale. Quando scade:aprile 2019permalink frase

+

10.29 Avvio attività formative, per la cittadinanza, della Scuola Diffusa in collaborazione con soggetti pubblici e privati, anche con azioni specifiche su obiettivi di genere, rilevando informazioni e dati connessi alla partecipazione femminile alle iniziative proposte e prendendo in considerazione le problematiche delle donne straniere. Quando scade:ottobre 2019permalink frase

+

10.30 Ampliamento della rete attuale dei Punti Roma Facile con adesione di altre PA e di soggetti privati. Quando scade:marzo 2020permalink frase

+

10.31 Sperimentazione della piattaforma predisposta dal PCM-DFP per l’autoverifica delle competenze digitali dei dipendenti pubblici su un’area/campione di dipendenti. Quando scade:ottobre 2019permalink frase

+

10.32 Attività di formazione correlate, anche sulla base degli assessment già effettuati. Quando scade:febbraio 2020permalink frase

+

10.33 Integrazione dell’uso della piattaforma nel ciclo di assessment e formazione interno. Quando scade:maggio 2020permalink frase

+