Linee di indirizzo alle Aziende Sanitarie per l'implementazione del sistema Informativo Sanitario Regionale

Il ruolo dell'Information Technology in ambito sanitario è diventato ormai centrale, vero punto di riferimento per il governo e per il monitoraggio dell'attività socio-sanitaria e amministrativa delle Aziende Sanitarie Locali e Ospedaliere. È altrettanto inconfutabile che i livelli di progettazione dei sistemi informativi, di pianificazione degli investimenti e di monitoraggio dei risultati raggiunti trovino la loro dimensione ottimale nel livello regionale, scala di riferimento più opportuna per la valutazione globale dei progetti.

Anche le normative nazionali fanno ampio riferimento all’utilizzo dei sistemi informativi come fattore abilitante per migliorare i livelli di servizio in ambito sanitario.

L’innovazione digitale dei processi sanitari è un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, ridurre le differenze tra i territori, nonché innovare le relazioni di front-end per migliorare la qualità percepita dal cittadino.

In regione Campania è particolarmente evidente la frammentazione dei software presenti all'interno delle Aziende Sanitarie Locali e Ospedaliere, tanto che risulta indispensabile attuare interventi strutturali e radicali, al fine di uniformare la risposta informativa, di garantire idonei livelli di "data protection" e di disponibilità dei servizi sia all'interno dell'infrastruttura dei datacenter delle Aziende Sanitarie che dei servizi a livello regionale, attraverso un potenziamento dei livelli di sicurezza e resilienza dei sistemi.

La parcellizzazione dei sistemi software, delle banche dati, dei fornitori e, non ultimo, dei modelli organizzativi adottati dalle singole aziende, determina un panorama quanto mai affastellato, con ricadute molto negative anche e soprattutto sul livello regionale, che non ha la possibilità di essere il catalizzatore naturale dei flussi informativi e dei processi produttivi clinici e amministrativi che dovrebbero contribuire a generare conoscenza sul livello di qualità e quantità dei servizi sanitari disponibili ed erogati.

In ottemperanza a quanto richiesto dalle linee guida AgiD, la Giunta Regionale ha approvato la deliberazione n° 25 del 23/01/2018 con cui, tra l’altro, si prevede la razionalizzazione dei sistemi informativi sanitari regionali, attraverso l’unificazione e centralizzazione delle anagrafi di tutte le aziende sanitarie, al fine di rendere certificata ogni singola posizione anagrafica nel sistema regionale. Il sistema regionale dovrà inoltre allinearsi con il sistema nazionale di controllo della spesa farmaceutica e specialistica (Sistema TS) gestito dal Ministero delle Entrate e delle Finanze e con le nascenti Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) e Anagrafe Nazionale degli Assistiti (ANA).

Tutti i Sistemi Sanitari Regionali, oggi, devono agire di concerto con le indicazioni dell’Agenzia per l'Italia digitale. L’utilizzo di nuove piattaforme favorisce, infatti, lo snellimento delle procedure e porta vantaggi a tutti gli attori e gli ambienti della sanità, valorizzando nel contempo le eccellenze sul territorio.

SINFONIA, Sistema INFOrmativo saNità CampanIA, è il sistema informativo sanitario regionale al servizio degli utenti e degli operatori (in coerenza col piano 2017-2019 per l’informatica nella Pubblica Amministrazione) progettato per supportare l’intero governo del SSR campano, aumentare l’efficienza, contenere i costi e al tempo stesso rendere uniformi e potenziare la risposta ai bisogni di tutti i protagonisti del sistema, operatori, cittadini, strutture, referenti dell’ente regionale e dell’amministrazione centrale.

Come funziona la Consultazione


Il documento in consultazione elaborato sulla base del modello strategico delineato dalla Regione Campania contiene le linee di indirizzo, di carattere vincolante e prescrittivo, per la progettazione, sviluppo, implementazione, gestione e conduzione dei Sistemi informativi delle Aziende sanitarie locali ed Aziende ospedaliere della Campania.

La consultazione pubblica nasce dalla necessità di rendere il percorso di adozione delle linee di indirizzo quanto più inclusivo e trasparente e verso decisioni informate e di qualità
In particolare, le linee di indirizzo descritte nel dettaglio del documento riguardano:
• La razionalizzazione dell’infrastruttura dei data center delle Aziende Sanitarie e la migrazione verso il cloud;
• La connettività;
• Le prescrizione e i principi per lo sviluppo, manutenzione, evoluzione, conduzione di sistemi informativi delle Aziende sanitarie.

L’intera documentazione relativa alla progettazione è resa disponibile attraverso i link

- Testo integrale “Linee di indirizzo per l’implementazione del sistema Informativo Sanitario Regionale”.
- Allegato 1A “Architettura Generale del sistema applicativo”
- Allegato 1B “Architettura Generale del sistema applicativo Flussi”
- Allegato 2 “Fascicolo sanitario elettronico - Linee guida di interoperabilità”

Destinatari


La Consultazione si rivolge alle Aziende sanitarie operanti nel territorio regionale della Campania.

Tempi


La consultazione è aperta per 15 giorni consecutivi, dal 5 dicembre 2018 al 20 dicembre 2018. I commenti degli utenti sono consultabili sui testi e nella sezione Statistiche.

Esiti


I risultati della Consultazione saranno presi in considerazione dalla Direzione Generale per la Tutela della Salute e il Coordinamento del Sistema Sanitario della Regione Campania ai fini della redazione del testo definitivo “Linee di indirizzo per l’implementazione del sistema Informativo Sanitario Regionale”.

I referenti per la consultazione sono il Dr. Massimo Bisogno – mail: m.bisogno@acam-campania.it e il Dr. Massimo Di Gennaro – mail: massimo.digennaro@regione.campania.it.