Il Syllabus

Struttura del Syllabus

Puoi partecipare alla Consultazione commentando il testo riportato in questa pagina. Per inviare il tuo contributo clicca sull'icona a destra del paragrafo che intendi commentare e inserisci il testo del tuo commento.

Il Syllabus si fonda sull’impianto del framework europeo sulle competenze di cittadinanza digitale (DigComp), definito per la prima volta nel 2013 dal Joint Research Centre (JRC) per conto della DG Istruzione e cultura e ulteriormente sviluppato per conto della DG Occupazione, affari sociali e inclusione fino a giungere all’attuale versione 2.1.permalink frase

+

Il Syllabus “Competenze digitali per la PA” si articola, infatti, secondo quattro dimensioni coerenti con quelle adottate nel framework DigComp:permalink frase

+

- Dimensione 1: Area di competenza che delimita ciascun ambito tematico che concorre alla definizione della competenza digitale nel suo complesso;permalink frase

3

- Dimensione 2: Descrittore delle competenze presenti in ciascuna area;permalink frase

5

- Dimensione 3: Livello di padronanza (proficiency) per ciascuna competenza;permalink frase

1

- Dimensione 4: Descrittore delle conoscenze e/o delle skill che caratterizzano una competenza per ciascun livello di padronanza.permalink frase

2

Il Syllabus si concentra sulle due componenti che concorrono a definire la competenza maggiormente osservabili e sviluppabili attraverso percorsi formativi, quali appunto:permalink frase

1

• la conoscenza, intesa come insieme di informazioni e nozioni di cui il dipendente pubblico dispone in relazione ad una tematica specifica sul digitale connessa al proprio lavoro, e • la skill, intesa come capacità di compiere determinate attività connesse al digitale.permalink frase

3

Al contrario, altre componenti distintive della competenza - quali concetto di sé, tratti e motivazioni - oltre ad essere difficilmente rilevabili necessitano di tempi di apprendimento molto ampi e tecniche e strumenti in grado di intervenire in profondità nell’individuo . Per tali ragioni la loro rilevazione e sviluppo esula dalle finalità del progetto Competenze Digitali per la PA.permalink frase

+

Il Syllabus prevede 3 livelli di padronanza: Base, Intermedio, Avanzato.permalink frase

1

I livelli sono definiti tenendo conto delle seguenti due dimensioni:permalink frase

+

- gli obiettivi cognitivi di apprendimento, individuati ispirandosi alla proposta di classificazione ordinata e progressiva di Bloom, che distingue tra conoscenza-comprensione, applicazione-analisi e sintesi-valutazione;permalink frase

+

- la complessità della tematica indirizzata, che giustifica la presenza della mera conoscenza di concetti anche per i livelli di padronanza intermedio o addirittura avanzato.permalink frase

2

Rispetto ai livelli di padronanza il Syllabus si distanzia dal framework DigComp sia per articolazione (DigComp 2.1 prevede 8 livelli di padronanza) che per dimensioni di analisi. DigComp infatti declina i livelli di padronanza in termini di grado di sfida cognitiva, di complessità del compito da trattare e di autonomia nel completamento di un compito.permalink frase

2

Tale scelta di semplificazione è dettata in primo luogo dalla necessità di sviluppare un syllabus semplice, facilmente utilizzabile e soprattutto coerente con l’impianto del progetto Competenze Digitali per la PA che prevede la definizione di uno strumento di autoverifica on-line e l’erogazione di formazione in modalità e-learning. Ciò non toglie che nella sua formulazione corrente il Syllabus possa rappresentare un valido riferimento per versioni più avanzate e approfondite, su cui basare lo sviluppo di strumenti tanto di rilevazione che di supporto all’apprendimento ben più sofisticati e mirati a specifiche categorie di dipendenti pubblici.permalink frase

2

Infine, la terminologia e i concetti utilizzati nel Syllabus mirano a riflettere sia quelli utilizzati in DigComp 2.1 sia quelli comunemente usati nel contesto tipico della pubblica amministrazione italiana.permalink frase

1