Strategia per la crescita digitale 2014-2020

[...] Associazioni esponenziali degli interessi di cittadini e imprese saranno coinvolte attraverso la partecipazione nei gruppi di lavoro preliminari alla redazione delle linee guida e dell’agenda nazionale, in modo da indicare quali sono i dati da liberare prioritariamente.
cirospat
i portatori di interesse chiederanno alle PA di rendere i portali web open data interattivi (forum, blog) al fine di permettere lo scambio di conoscenza e opinioni sui dataset ritenuti di interesse per la collettività (es. elenco beni immobili pubblici, elenco beni pubblici non utilizzati e che potrebbero essere utilizzati da Associazioni per scopi sociali, ...). Gli opendata possono essere un motore di innovazione sociale e in questo l'AGID deve essere uno stimolatore verso gli enti pubblici
cirospat, 13/12/2014 08:05
nannitranquillo
Ci sono interessi e competenze che non devono rimanere escluse dalla possibilità di evolversi e valorizzarsi soltanto perchè hanno strutture di stampo artigianale-creativo, magari informatizzate, ma deboli nel tempo dedicato alla collaborazione dgt.
nannitranquillo, 13/12/2014 18:53
Mauro Alovisio
ottimo ma occorre coinvolgere università e centri di ricerca e prevedere momenti di rendicontazione delle iniziative open data ai cittadini (ad esempio all'interno delle giornate per la legalità o trasparenza) e organizzare hackaton nelle scuole. Risulta imprescindibile individuare un referente open data per ogni amministrazione (come è stato fatto nel modello francese) Mauro Alovisio Csig Ivrea Torino
Mauro Alovisio, 20/12/2014 18:15